Raffaella Tolicetti: Pensa mangia agisci!


cover_Tolicetti
Raffaella Tolicetti
Pensa mangia agisci!
La cucina vegan della cambusa di Sea Shepherd
Sonda Edizioni
pp. 144, € 11,90
Isbn 9788871067711
(→ acquista sul sito editore)

Essere capo cuoca a bordo delle navi di Sea Shepherd: ovvero, come coniugare la cucina vegan e l’attivismo. Una guida, oltre che un ricettario, per conoscere una organizzazione impegnata a proteggere e tutelare le specie selvatiche negli oceani del mondo. Raffaella Tolicetti ci racconta come fare ogni giorno la propria parte a favore del pianeta cucinando bene e senza sprechi… anche nel bel mezzo di una tempesta o mentre si viene speronati da una baleniera giapponese. Oltre 50 ricette 100% vegetali, pensate per chi proprio cucinando (e mangiando) vuole unire consapevolezza alimentare e responsabilità ambientale, gusto per il buon cibo e partecipazione. Una panoramica internazionale sull’attivismo ambientale nelle sue forme più impegnative.
Raffaella “Raffa” Tolicetti subito dopo la laurea in Scienze Politiche a Roma nel 2010 si è imbarcata su una delle navi di Sea Shepherd, impegnata allora nel Mediterraneo. Dopo tre giorni sul ponte le è stato chiesto di rimpiazzare una volontaria in cucina e da allora è stata prima cuoca e poi capocuoca su tre delle navi, partecipando a nove campagne per la difesa degli oceani. “Non credevo di essere una predestinata alla cucina, ma legare cibo e azione diretta è stata una piacevole sorpresa”. Ispirata dagli incontri con attivisti in giro per il mondo, avvenuti in mare ma non solo, ha deciso di scrivere il libro “Pensa mangia agisci!”, uscito in inglese due anni fa e finalmente disponibile in italiano.
Attualmente, oltre all’attivismo in mare, continua a fare parte di vari progetti, sempre legati ai temi di giustizia sociale, ambiente, animali e natura. Dal 2016 sta lavorando insieme al compagno Giacomo Giorgi al documentario “On The Wild Side”, che tratterà dei movimenti anti-caccia nel mondo.

→ www.seashepherd.it

Questa voce è stata pubblicata in LEAL informa, Storie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?