LEAL VIVISEZIONE: CORONAVIRUS COVID-19 E IL VACCINO JOLLY TESTATO SU ANIMALI

Apprendiamo da un’agenzia di un vaccino cinese chiamato PiCoVacc per il coronavirus Covid-19 che è stato testato su animali di specie diversa da quella umana che funzionerebbe su 10 ceppi diversi del virus. Ricordiamo che i test sugli animali non sono mai stati validati scientificamente e che come da protocollo anche questo vaccino andrà di fatto testato sull’uomo con potenziali effetti letali o gravi.

Ansa: “Funziona su topi, ratti e macachi il vaccino cinese PiCoVacc, basato su una forma purificata e inattivata del virus SarsCoV2. Un vaccino jolly perché protegge da 10 ceppi virali isolati in diversi Paesi (Italia inclusa), inducendo una massiccia produzione di anticorpi, che nei topi è 10 volte superiore a quella dei pazienti guariti da Covid-19. I risultati, che aprono ai test sull’uomo entro l’anno, sono pubblicati su Science dal gruppo di ricerca cinese coordinato dall’azienda Sinovac Biotech con sede a Pechino. L’equipe guidata da Qiang Gao ha isolato diversi ceppi di coronavirus da 11 pazienti ricoverati in Cina, Italia, Svizzera, Spagna e Gran Bretagna. Un ceppo in particolare è stato selezionato, purificato e reso innocuo per poter sviluppare il vaccino. Il prodotto è stato quindi somministrato a topi e ratti, che a distanza di tre settimane sono stati infettati con gli altri dieci ceppi virali: come risultato… Non è ancora possibile dire se un risultato simile si possa ottenere anche nell’uomo, ma secondo i ricercatori questo dato fa pensare che la risposta immunitaria indotta sia comunque massiccia. Dopo questo primo successo la sperimentazione è passata sui macachi, a cui sono state somministrate tre dosi di vaccino (da 1,5 microgrammi o 6 microgrammi) nel corso di due settimane. Quelli che avevano ricevuto le dosi da 6 microgrammi hanno sviluppato una protezione completa contro il virus e senza manifestare nel breve termine quel temuto effetto paradosso (chiamato Ade, Antibody-Dependent Enhancement) che induce la produzione di anticorpi non neutralizzanti capaci di favorire l’ingresso del virus nelle cellule. Messi insieme, questi risultati indicano la strada verso lo sviluppo clinico del vaccino per uso umano”, concludono i ricercatori, che intendono cominciare i primi test clinici entro l’anno.

Fonte: → Ansa


LEAL si batte per ottenere una ricerca che sia esclusivamente human based mentre il mondo scientifico continua a utilizzare gli animali per il coronavirus Covid-19 e oltre al vaccino che sarà una libera scelta di ogni individuo. Come dimostra l’articolo pubblicato da Pubmed ci sono allo studio tante possibilità di cura e di prevenzione come Organoidi 3D che utilizzano hIPSc come possibili modelli di infezione ex vivo da Sars-Cov-2 (ed altri patogeni) e potenziali piattaforme da utilizzare nello screening farmacologico preclinico.

Molti farmaci consolidati sono stati usati per trattare i sintomi della malattia; tuttavia, non sono stati sviluppati farmaci o vaccini specifici. Gli organoidi derivati da cellule staminali pluripotenti indotte dall’uomo (iPSC) possono servire come modelli di infezione adatti per la mimica ex vivo del ciclo di vita virale e lo screening dei farmaci. Gli organoidi umani iPSC-3D, tessuti auto-organizzati con ambienti cellulari multipli, hanno una struttura e una funzione simili a organi umani reali; quindi, questi organoidi consentono una maggiore efficienza di infezione virale, imitano le interazioni naturali tra host e virus e sono adatti per la sperimentazione a lungo termine. Qui, suggeriamo l’uso di un organoide umano iPSC funzionale che potrebbe fungere da modello di infezione ex vivo. affidabile e fattibile per lo studio del virus. Questo approccio fornirà la necessaria comprensione delle dinamiche molecolari sottostanti di COVID-19 per lo sviluppo di nuove strategie di trattamento e prevenzione

Fonte: → Pubmed.gov


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Questa voce è stata pubblicata in Argomenti, LEAL informa, Vivisezione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?