LEAL VIVISEZIONE: ASSEGNATO A DUE RICERCATORI ITALIANI IL PREMIO LUSH 2020 PER LA RICERCA SENZA ANIMALI

Ricerca senza test sugli animali: due italiani tra i vincitori del Lush Prize. Domenico Gadaleta (Istituto Mario Negri) e Edoardo Carnesecchi (Università di Utrecht) portano avanti studi sugli effetti di sostanze chimiche usando intelligenza artificiale e simulazioni computerizzate: “Sono più efficaci, più etiche e meno costose”.

Big data e intelligenza artificiale possono essere una valida alternativa alla sperimentazione animale nella ricerca, in particolare nel campo della tossicologia. È questo il leit motiv dell’edizione 2020 del Lush Prize, il concorso internazionale promosso dall’azienda fondata da Mark Constantine, sempre in prima linea nelle battaglie per i diritti civili, per la sostenibilità ambientale e per la tutela degli animali.

Il contest, varato otto anni fa, eroga ad ogni edizione 250mila sterline a favore di ricercatori che conducono progetti con metodologie alternative all’impiego di esseri viventi. E a questo giro tra i vincitori ci sono anche due italiani, entrambi si sono distinti della categoria Giovani Ricercatori e hanno ricevuto un premio di 10mila sterline.

 LEAL PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE 

Video della premiazione


LEAL_5x1000_animata_det → ASSOCIATI SUBITO A LEAL 
 
 → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F.80145210151 

SOSTIENI LEAL: DONA ORA!
EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:

LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L.Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
.tramite C/C Postale 12317202
.bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
.PayPal -online
.per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI.Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Questa voce è stata pubblicata in Argomenti, LEAL informa, Vivisezione e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?