LEAL ANIMALISMO: NON SI SALVA NESSUNO ANCHE LE NUTRIE COME I CINGHIALI CHIUSE IN GABBIE E SPARATE

La campagna di eradicazione di questo animale ad Orzinuovi partirà tra un mese, ma tanti sono i Comuni coinvolti che si stanno preparando per far fronte al problema. Dati del 2018 stimano una presenza di 139mila nutrie in provincia di Brescia, ma il numero ora sembra essere aumentato in modo esponenziale. “Da anni – spiega l’assessore Federica Epis – i nostri territori devono convivere con una situazione emergenziale dettata dalla presenza ormai radicata e incontrollata di questo roditore, che oltre a creare ingenti danni alle colture agricole, scava profonde buche e cunicoli, determinando una situazione di reale pericolo per la stabilità stradale. Nel contempo – aggiunge l’assessore – si fa largo sempre più un forte rischio che mette sul chi va là la sicurezza delle nostre preziose reti idriche e di scolo. Questa campagna di abbattimento richiede la partecipazione ad un corso abilitante ed è svolta su indicazione dell’Ispra, l’Istituto di protezione degli animali, che ha definito come modalità di cattura le gabbie e successivamente le armi ad aria compressa, ovviamente nel rispetto delle norme di sicurezza, per uccidere i roditori una volta intrappolati. Le operazioni – conclude Epis – si svolgeranno in collaborazione con Ats e il Corpo Forestale”.

Approfondimenti: → Giornale di Brescia.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega AntiVIVIsezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 

Questa voce è stata pubblicata in LEAL informa, Proteste e Incontri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?