Giustizia per il cane ucciso a bastonate e sassate in val Camonica

La_leggeLEAL presso il Tribunale di Brescia il 7 ottobre 2016 data in cui è stata fissata l’udienza dibattimentale: i due pastori accusati dell’uccisione di un cane a colpi di pietra in testa e bastonate li vedremo al banco degli imputati per l’accusa di “uccisione di animali” reato 544 bis. LEAL parte offesa nel procedimento, sempre in prima linea per difendere gli animali e non lasciare impuniti i colpevoli delle uccisioni, dei maltrattamenti, sfruttamenti, abusi nei confronti degli animali.

Mònica Fontana
Responsabile LEAL sezione Torino
Coordinamento sezioni / Relazioni interne-esterne

Questa voce è stata pubblicata in LEAL informa, Sezioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Giustizia per il cane ucciso a bastonate e sassate in val Camonica

  1. Giovanna Tarquinio scrive:

    Purtroppo parlare di giustizia in Italia è un eufemismo. Speriamo che comunque la condanna nei confronti di questi due beceri criminali sia esemplare.

  2. Milvia Angela Codazzi scrive:

    Spero tanto che questi due bastardi li condannino con una giusta pena anche se il loro cane oramai non c’è più.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?