Unife: il Rettorato non ha ancora confermato l’incontro con LEAL e con il Senatore Lello Ciampolillo

Dopo il blitz agli stabulari dell’Università di Ferrara, il Senatore Lello Ciampolillo M5S e LEAL Lega Antivivisezionista non sono stati contattati dal Rettorato come promesso.

In questi giorni Stefania Corradini, responsabile LEAL Ferrara, ha ricordato con una lettera al Rettore Giorgio Zauli chiedendo un incontro alla presenza del Senatore Lello Ciampolillo per i primi di settembre. Attendiamo conferma. Ricordiamo che LEAL chiede da mesi l’accesso ai registri di carico e scarico degli animali nello stabulario di Unife dove sono detenuti anche dei macachi, sui quali da anni si stanno conducendo esperimenti sui neuroni a specchio e esperimenti correlati allo sviluppo del lobo frontale e della neocorteccia. Da statuto LEAL chiede l’abolizione della vivisezione, esige la massima trasparenza per tutte le informazioni che non sono oggetto di segretezza del dato scientifico. Desideriamo sapere esattamente quali specie animali sono detenute nei laboratori e quante sovvenzioni ricevono da fondi pubblici per portare avanti la sperimentazione animale.

Non avendo ottenuto risposte soddisfacenti alle richieste ufficiali fatte pervenire dal nostro legale avvocato David Zanforlini abbiamo deciso di passare all’azione grazie al sostegno di Lello Ciampolillo che come Senatore della Repubblica, e come cittadino, sostiene la nostra richiesta di chiarezza.

L’avvocato Zanforlini, legale di LEAL sottolinea che: “L’Università, in quanto ente autonomo deve rispondere in maniera esaustiva senza delegare al Ministero. Inoltre, noi abbiamo chiesto di verificare i registri senza voler accedere a dati protetti dal segreto della ricerca. L’indagine è comunque agli inizi e vigiliamo sugli sviluppi della nostra azione”.

LEAL vuole chiarezza sulla realtà degli animali detenuti e sulle ragioni per cui i macachi non vengano inviati alla riabilitazione come avviene nel 70 per cento dei casi e come richiesto dalla legge. Il sospetto è che vengano soppressi e solo l’accesso ai registri potrà valutare la trasparenza sulla sorte degli animali sperimentati. Il blitz di lunedì 24 luglio ha un importante significato politico e fa passare il messaggio che i cittadini hanno diritto di chiedere e pretendere trasparenza da parte di Istituzioni ed Enti.

LEAL ringrazia il Senatore Lello Ciampolillo che come sarebbe dovere di ogni politico si è fatto portavoce delle istanze dei cittadini e si prefigge di scardinare l’omertà degli istituti dove si sperimenta su animali con sovvenzioni pubbliche e quindi con denaro di tutti.


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  LEAL informa, Proteste e Incontri |
 T A G  , , , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?