STOP VIVISECTION. Parte 1 di 3

STOP VIVISECTION – Iniziativa dei Cittadini Europei –

1.173.131 Firme per l’ eliminazione della sperimentazione animale

Dal dossier: le nostre RICHIESTE, le nostre RAGIONI.

1) Una Direttiva Europea per eliminare la sperimentazione animale.

Più di un milione di Cittadini Europei vogliono una Direttiva Europea che si orienti verso la totale abolizione della sperimentazione animale per ragioni scientifiche ed etiche.
Il cambiamento dell’orizzonte culturale necessita un lavoro molto impegnativo da farsi durante un periodo di transizione, attraverso una forte collaborazione fra politici e scienziati coinvolti.
Il periodo di transizione, che comincia adesso, deve finire il prima possibile, in ogni caso entro il 2020. Dopo questo periodo di transizione, a partire dal 1 gennaio 2021, gli esperimenti su animali fatti per la ricerca devono essere vietati, con forti sanzioni per chi viola la legge.

2) Il principio “l’uso degli animali vivi continua ad essere necessario per proteggere la salute umana” deve essere rimosso dalla legislazione dell’Unione Europea riguardo alla ricerca medica e tossicologica.

3) Una conferenza permanente ogni due anni. Il già menzionato credo che “l’uso di animali vivi continua ad essere necessario per proteggere la salute umana” e la conseguente richiesta di STOP VIVISECTION di rimuoverlo dal nostro orizzonte culturale deve diventare il soggetto di un’alta Conferenza Europea, organizzata per la prima volta verso la fine del 2016 con le caratteristiche principali seguenti:
– deve essere organizzata a livello Europeo
– deve essere composta da figure di eccellenza nel campo scientifico a livello mondiale
– deve avere lo scopo di creare un dibattito al più alto livello scientifico, riguardo alle origini, alla natura, allo scopo, ai risultati, lo status non validato della sperimentazione animale e quali sono le alternative migliori, più adeguate.

4) Tutti i metodi alternativi disponibili devono essere regolati dalla legge.

5) I metodi alternativi come una priorità europea (politiche, fondi e contabilità).

6) Convalidare il prima possibile i metodi alternativi specifici già esistenti.

7) Differenti modi di convalidare i metodi alternativi.

8) Un impegno transnazionale dell’Unione Europea sulla necessità di eliminare la sperimentazione animale e riguardo alla natura da regolare dei metodi alternativi.

9) La convalida dei metodi alternativi deve avvenire a spese dell’Unione Europea.

10) Resoconto annuale delle alternative in ricerca applicata.

Nota importante: ogni volta che sul testo appare il termine “metodi alternativi” si intende e si riferisce a metodi che non ricorrono in alcun caso all’utilizzo di animali.

Mònica Fontana
Delegata LEAL – STOP VIVISECTION

Schermata 2015-06-04 a 18.28.24

Nella foto da sinistra Gianni Tamino, Mònica Fontana, André Ménache.


 CATEGORIE  LEAL informa, Vivisezione |
 T A G  , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?