Stop a tutti gli zoo – Stop allo zoo in Parco Michelotti a Torino

Nel 1987 chiude lo zoo di Torino presso il Parco Michelotti. Trent’anni dopo, con la motivazione di cercare finanziamenti per la manutenzione dell’area, i cittadini torinesi vedranno risorgere uno zoo di cui tanto avevano applaudito la chiusura ed inoltre si troveranno espropriati di un loro bene.

Stop ZooChiamiamolo zoo, chiamiamolo bioparco: il risultato è il medesimo, un vergognoso passo indietro per il Comune di Torino inerente la sensibilità nei confronti degli animali e della loro tutela, la presenza di animali in cattività nel parco traduce la loro sofferenza in una logica della privatizzazione del bene pubblico che non può e non deve essere accettata e tanto meno proposta. Non si può e non si deve togliere ai cittadini la libera fruizione di un parco pubblico per renderlo area privata ed inoltre altamente diseducativa, chiamandolo bioparco dove gli animali sono rinchiusi in finti habitat “naturali” per dare l’illusione alle persone che gli animali sono liberi.

Risulta decisamente negativo che il Comune di Torino dia ai gestori di uno zoo/bioparco il delicato ed importantissimo ruolo di educatore ed ancora sensibilizzatore ambientale. Bisogna mettere fine alla negazione della dignità degli animali, bisogna rispettare il libero volere dei cittadini. Il Parco Michelotti deve rimanere pubblico senza sfruttamento animale.

Mònica Fontana
responsabile Lealtorino


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri, Sezioni |
 T A G  , , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?