Sit-in domenica 19 maggio per i gatti di Teramo chiusi in una struttura a cui i volontari non possono accedere

Domenica 19 maggio 2019
dalle ore 11:30 alle 13:45
in piazza S. Francesco

→ Pagina fb evento

L’ex manicomio di Teramo sarà oggetto di lavori di ristrutturazione grazie a finanziamenti ricevuti per tale scopo. Nello stabile verrà creato un centro di ricezione da annettere all’Università del luogo. Questa come ricordano gli addetti ai lavori è una grande occasione per il diffondersi della cultura. Ma non può esserci cultura laddove non esiste il rispetto per gli esseri indifesi. Nell’imminenza dei lavori l’ex manicomio è stato chiuso e sono state sigillate tutte le aperture.

Nel luogo da molti anni esiste una colonia felina regolarmente censita che come previsto dalla legge, deve essere tutelata in primis dalle istituzioni. Ma esiste anche, come scrivono gli abitanti del quartiere, altri gatti che si sono stabiliti in una zona più interna della struttura, zona inaccessibile ai volontari. Gli abitanti riferiscono che questi gatti piangono e urlano perché non hanno da mangiare e nemmeno da bere.

In una intervista televisiva il Sindaco afferma che la colonia è stata spostata e quelli rimanenti non sono della colonia ma sono “randagi”. RICORDIAMO AL SINDACO DI TERAMO CHE I TUTTI I GATTI ANCHE SE RANDAGI, SONO PROPRIETÀ DELLE ISTITUZIONI CHE DEVONO BADARE AL LORO BENESSERE.

Tutti i gatti sono randagi prima di essere censiti in una colonia. E se il numero degli animali aumenta perché si riproducono, come Madre Natura comanda, la responsabilità ricade sulla Amministrazione e sulla ASL che non ha provveduto alla sterilizzazione degli animali. I volontari affermano che soltanto quattro gatti della colonia sono stati catturati e portai via. Tra loro c’erano mamme che sono state allontanate dai cuccioli che sono morti. Di questi gatti comunque non si conosce al momento la destinazione. Al momento tutte le aperture sono state chiuse, comprese gattaiole e buchi nei muri o nei cancelli.

LEAL chiede, insieme a tutti gli attivisti e volontari, che TUTTI i gatti vengano censiti con l’aiuto e che sia individuato un luogo idoneo dove trasferire TUTTI gli animali in sicurezza per garantire il loro benessere e la loro incolumità. Ma bisogna fare in fretta! Chiediamo anche di conoscere il luogo in cui sono stati trasferiti i gatti prelevati.

→ Comunicato stampa congiunto


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


 CATEGORIE  Argomenti, LEAL informa |
 T A G  , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?