Ordinanza sulle esche avvelenate ma non è abbastanza. LEAL denuncia l’aumento dei casi di avvelenamento di animali

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 13 luglio 2018 il rinnovo dell’Ordinanza “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati” alla sua settima proroga (→ gazzettaufficiale.it).
 

 
L’Ordinanza è sicuramente un utile deterrente in attesa di una legge nazionale che LEAL considera irrimandabile anche sulla base dell’impennata del numero di animali morti per avvelenamento; casi documentati nel Rapporto Maltrattamento Animali in Italia. Dati dal “Rapporto Maltrattamento Animale in Italia 2016”: impiego di prodotti chimici e avvelenamento 55 casi: 12% del totale, che nel 2017 diventano l’89%.
 
Aumentati o più attivi “gli avvelenatori” che eliminano in questo modo illegale ed estremamente crudele animali randagi, animali di famiglia e selvatici; questi ultimi, nelle zone di caccia, sono vittime dei cacciatori perché colpevoli di “concorrenza” nella caccia delle prede. Le sostanze più usate non lasciano scampo: stricnina, topicidi, fungicidi, acaricidi o insetticidi.
 
Gian Marco Prampolini, presidente LEAL, ricorda: “Il nostro ordinamento punisce l’uccisione e il maltrattamento degli animali in base all’art. 544-bis del nostro codice penale e chi somministra agli animali sostanze vietate che compromettono la loro salute commette un reato. La morte per avvelenamento è una fine terribile e comporta una agonia tra dolori atroci tremori e convulsioni. Grazie al “Rapporto sul Maltrattamento Animale” pubblicato e scaricabile dal sito www.leal.it potremo portare nelle sedi istituzionali tutti i molteplici reati commessi nei confronti degli animali affinché con leggi nazionali adeguate si possano meglio contrastare queste stragi”.
 
 LEGGI E SCARICA GRATUITAMENTE 
→ Rapporto Maltrattamento Animale in Italia 2017 (pdf)
→ Rapporto Maltrattamento Animale in Italia 2016 (pdf)
 


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITITUTI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


 CATEGORIE  LEAL informa, Legislazione, Proteste e Incontri |
 T A G  , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?