Non mangiarmi a Pasqua

HO DIRITTO DI VIVERE COME TE! RICORDATI DI RINNOVARE LA TESSERA DI LEAL, PERCHÉ LEAL MI SOSTIENE!

Anima è una capretta giovane, resa disabile dall’involontario calcio di un cavallo che le ha causato una lesione del midollo spinale facendole perdere l’uso delle zampe posteriori. Sarebbe stata soppressa se dei volontari non l’avessero salvata e affidata alle cure di Stefania Corradini, responsabile di LEAL sezione Ferrara.

Anima capretta disabile 1Stefania ha commissionato per lei un carrellino su misura che le permette di essere autonoma e le ha trovato ospitalità presso una fattoria che recupera animali in difficoltà. Ora Anima è in mezzo ai suoi simili, e si muove con disinvoltura dalla stalla ai prati erbosi, ricevendo le visite quotidiane di Stefania che si occupa anche della pecorella Luce. Entrambe ora sono un simbolo, portatrici di un messaggio di salvezza e non violenza e rappresentano tutte le specie animali che non dovrebbero finire nei nostri piatti ma vivere in libertà.

Anima ha tuttora bisogno di cure e riabilitazione e quotidianamente necessita di traversine e pannolini mis. 2, spray cicatrizzante e Chetosil Repair barriera protettiva. Chi volesse contribuire con aiuti contatti:

Stefania Corradini
cell 349 4021232
lealferrara@libero.it

Per versamento, specificando come causale:
“per Anima sezione Ferrara”
· c/c postale 12317202
· Iban IT48U0335901600100000061270


LEAL_5x1000_animata_detBasta un clic:  FIRMA ORA LE NOSTRE PETIZIONI 
 
Il tuo 5×1000 a LEAL C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  Argomenti, LEAL informa, Sezioni |
 T A G  , , , , , , |
1 commento

Una risposta a Non mangiarmi a Pasqua

  1. Giovanna.tarquinio@libero.it scrive:

    Ho condiviso appello. Gli animali non si mangiano ma si difendono e si amano a qualunque specie appartengano.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?