Mail bombing: non abbandoniamo il vitello Scilla scappato da chi voleva condurlo al mattatoio

Scilla_vitelloI media e la Rete hanno diffuso la storia della fuga disperata e avventurosa del vitello Scilla che al porto di Messina, destinato al mattatoio, ha istintivamente intuito il pericolo ed è scappato. Chiediamo a tutti di dedicare due minuti del proprio tempo per cercare di aiutarlo e convincere chi di dovere a cederlo a un Santuario che ha già dato la disponibilità per accoglierlo.
(Segnaliamo un → evento FB organizzato da Rete dei Santuari di Animali Liberi che aggiorna sull’evolversi della vicenda).

Di seguito il testo e gli indirizzi.

Buongiorno,

Vi scriviamo in merito a Scilla, bovino maschio catturato nel porto di Messina l’8 aprile.

Dopo il suo gesto disperato di fuga, Scilla non può tornare al proprietario e al suo destino già scritto, il mattatoio: chiedo quindi che venga affidato a un rifugio per animali: il rifugio Agripunk ha già comunicato la propria disponibilità ad accoglierlo, in cui possa essere accudito e non sfruttato, lungo tutta la durata naturale della sua esistenza.

Abbiamo saputo che la ASL di Messina ha identificato un luogo in cui il vitello potrebbe essere collocato, evitando la macellazione, ma non ha fornito altre informazioni. Chiediamo che venga resa pubblica la destinazione prevista, affinché possa essere valutata nella maggiore trasparenza possibile l’idoneità della struttura in questione nell’interesse del benessere di Scilla.

Ci appelliamo pertanto alla vostra sensibilità e senso civile nell’accogliere la nostra richiesta.
Cordialmente

Blocco email con punto e virgola:
urp@comune.messina.it; renato.accorinti@comune.messina.it; urp@asp.messina.it; veterinario.dipartimento@asp.messina.it; segreteriasindaco@comune.messina.it

Giovanna Tarquinio
Vice presidente LEAL Lega Antivivisezionista Onlus


 CATEGORIE  Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri |
 T A G  , , , , , |
5 commenti

5 risposte a Mail bombing: non abbandoniamo il vitello Scilla scappato da chi voleva condurlo al mattatoio

  1. Maria scrive:

    Lasciatelo vivere.

  2. Anna Maria Morelli scrive:

    Firmato da almeno una settimana. Non è stato comunicato niente sulla destinazione finale?

  3. Roberta scrive:

    Il suo destino è di vivere. Lo vogliamo tutti vivo perciò lasciatelo stare. Freeeeee

  4. domenico costantini scrive:

    Lasciatelo libero di vivere, ha già sofferto abbastanza e si sta meritando la libertà, è riuscito a scappare, basta.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?