LEAL sceglie vegan e propone una ricetta per un Natale cruelty free

Sempre più persone al mondo scelgono di vivere eticamente uno stile di vita virtuoso senza sfruttare gli animali e durante le feste questa scelta è ancora più sentita. Chiunque può anche solo per un giorno scegliere di non mietere vittime animali e optare per un cenone o un pranzo di Natale cruelty free grazie a tantissime meravigliose ricette anche molto tradizionali: come paste al forno, sformati, ragù sostituendo semplicemente gli ingredienti di origine animale con quelli di origine vegetale che ormai sono reperibili in tutti i supermercati.

Per comporre un menù natalizio personalizzato che vada incontro ai gusti di tutti in famiglia si può cercare in Rete: ci sono molti blog che propongono piatti vegani davvero gustosi, come Veganblog.it, una cliccatissima community di ricette vegan, dove molti veganchef propongono ricette anche di facile esecuzione e con ingredienti di semplice reperibilità. Da questo sito proponiamo una ricetta per un dolce che potrebbe sostituire o affiancare un classico “panettone vegano”.

foto ricetta natale vegan 1foto ricetta natale vegan  2Mille foglie vegan con crema Chantilly proposta dalla veganchef Kristine

Ingredienti
Per la sfoglia occorre:
500 gr di farina
500 gr di margarina
250 ml di acqua fredda
1 cucchiaino di sale

Procedimento
Per prima cosa disponiamo la farina a fontana sul nostro piano di lavoro, sciogliamo il sale nell’acqua e lo versiamo al centro della fontana. A questo punto inglobiamo l’acqua alla farina mescolando lentamente con le mani. Una volta che l’impasto è asciutto possiamo iniziare a impastare.
Raggiunta la giusta consistenza (come quella di un panetto di pane) avvolgiamo il nostro impasto con la pellicola e lo riponiamo in frigorifero per un’ora.
Nel frattempo prendiamo la margarina e la lasciamo ammorbidire a temperatura ambiente avvolta in un panno bagnato. Dopo un’ora recuperiamo il nostro panetto dal frigo. Lo posiamo su piano di lavoro e iniziamo a stenderlo con il mattarello dando all’impasto una forma rettangolare. Prendiamo la margarina e la mettiamo, ben appiattita, al centro del nostro rettangolo di pasta. A questo punto pieghiamo a busta il nostro impasto: prendiamo gli angoli dell’impasto e li uniamo al centro, dandogli la forma di una busta.
Stendiamo nuovamente la nostra pasta col mattarello e ripetiamo l’operazione un paio di volte in modo da assicurarci che la margarina venga assorbita. Una volta fatto riavvolgiamo l’impasto con la pellicola e lo riponiamo in frigorifero per un’altra ora.
Ripetiamo questa procedura per tre volte, in modo da creare più strati possibili per la nostra sfoglia.
Una volta terminato lasciamo riposare l’impasto in frigo per una buona mezz’ora. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti.

Per la crema
200 ml latte di riso
60 gr farina
100 gr zucchero
scorza di limone
curcuma qb.

Procedimento
Scaldare il latte insieme allo zucchero, aggiungere un po’ alla volta la farina girando sempre con la frusta per non creare dei grumi, aggiungere la scorsa di limone e la curcuma. Far raffreddare la nostra crema, infine aggiungere la panna montata e amalgamare il tutto girando dal basso verso alto per non smontare la panna. Creare degli strati usando 4 strati di pasta sfoglia, ultimo non coprire con la crema, ma con zucchero a velo. Coprire i bordi con granella di nocciola (si possono usare anche altri tipi di granella) decorare poi a piacere.

→ veganblog.it


LEAL_5x1000_animata_detBasta un clic:  FIRMA ORA LE NOSTRE PETIZIONI 
 
Il tuo 5×1000 a LEAL C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  LEAL informa, Vivere eticamente |
 T A G  , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?