LEAL partecipa al sit-in contro ogni forma di sopruso e discriminazione

MODENA
DOMENICA 20 GENNAIO
CORSO DUOMO
DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 14.00
Quanto è stretto il legame tra specismo e razzismo? Siete tutti invitati a partecipare a un sit-in contro ogni forma di sopruso e discriminazione.

SIT IN MODENA

Saranno forniti cartelli; potrete intervenire come relatori, vi chiediamo solo di partecipare tenendo in mano un libro: il 25 dicembre scorso, durante la celebrazione della messa di Natale, davanti al Duomo di Modena un venditore di libri ambulante di origine africana si appoggia infreddolito a un pilastro di delimitazione del sagrato. Lo staff della chiesa interviene per allontanarlo.

Alcuni attivisti per la liberazione animale impegnati per un evento in piazza assistono alla scena e intervengono per difendere il venditore ambulante tra l’indifferenza dei passanti. La Chiesa, che dovrebbe accogliere sempre, allontana proprio il giorno di Natale: gli ultimi sono soggetti scomodi quando non sono funzionali a trasmettere spot per raccogliere l’8×1000.

La deriva specista, xenofoba, sessista della civiltà occidentale deve spingerci a una riflessione trasversale: rompiamo le gabbie culturali che ci stanno imprigionando! Quanto è stretto il legame tra specismo e razzismo? Angela Davis, attivista e vegana, una delle figure politiche più importanti dello scorso secolo, è la testimonianza vivente che questo legame è strettissimo. Angela Davis è diventata celebre negli anni Sessanta come attivista dei diritti civili degli afroamericani e delle donne: Angela dimostra quanto spesso autori e filosofi che hanno dedicato la loro vita alla lotta contro il razzismo si siano mostrati sensibili anche alla questione animale, intimamente collegata alla discriminazione ai danni delle minoranze umane.

Peter Singer ha emblematicamente espresso questo concetto negli anni Settanta riconoscendo nel sessismo, nel razzismo e nello specismo la stessa identica radice di violazione del principio fondamentale di uguaglianza: “Il razzista viola il principio di eguaglianza attribuendo maggior peso agli interessi dei membri della sua razza qualora si verifichi un conflitto tra gli interessi di questi ultimi e quelli dei membri di un’altra razza. Il sessista viola il principio di eguaglianza favorendo gli interessi del proprio sesso. Analogamente, lo specista permette che gli interessi della sua specie prevalgano su interessi superiori dei membri di altre specie. Lo schema è lo stesso in ciascun caso”.

Richard Ryder, psicologo britannico e pioniere della lotta per la liberazione animale soprattutto nell’ambito della sperimentazione scientifica, fu un teorizzatore di questo concetto postulando che le basi su cui si fondano specismo e razzismo possano essere smontate attraverso argomentazioni affini e coniando il termine “painismo” (1990) in base a cui qualunque essere vivente che è in grado di provare dolore ha rilevanza morale: “Come l’antirazzismo rifiuta la discriminazione arbitraria basata sulla presunzione dell’esistenza di razze umane e l’antisessismo respinge la discriminazione basata sul sesso, così l’antispecismo respinge la discriminazione basata sulla specie (definita specismo) e sostiene che l’appartenenza biologica alla specie umana non giustifica moralmente o eticamente il diritto di disporre della vita, della libertà e del corpo di un essere senziente di un’altra specie” (Proposte per un manifesto antispecista).

→ Evento pagina fb.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


 CATEGORIE  LEAL informa, Proteste e Incontri, Sezioni |
 T A G  , , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?