LEAL firma e sostiene la petizione per preservare le foreste protette dalle estrazioni minerarie

Il nuovo governo del Ghana ha iniziato il suo mandato nel gennaio 2017 ed è, secondo l’ambientalista Daryl Bosu, più determinato del suo predecessore a sfruttare le risorse minerarie del paese: “Il presidente Akufo-Addo del New Patriotic Party (NPP) ha fatto molte promesse politiche ed economiche durante la campagna elettorale. Il contratto firmato con la Cina deve ora permettergli di mantenerle”. La popolazione è stata informata di questo accordo solo dai media. Ad esempio, nel luglio 2017, il portale ghanese online Joy ha riportato che il vicepresidente Mahamudu Bawumia ha affermato che i due Paesi avevano firmato un contratto da 15 miliardi di dollari per progetti infrastrutturali, di cui 10 investiti dalla China Railway International Group nel settore della bauxite. “Abbiamo un’incredibile quantità di risorse minerarie – ha affermato Gideon Boako, consulente economico di Bawumia, ai media -. Il Ghana ha 960 milioni di tonnellate di depositi di bauxite del valore di 460 miliardi di dollari. Costruiremo raffinerie e ferrovie per trasportare la bauxite e tutto il resto”.

Gli ecologisti di tutto il mondo e il popolo del Ghana sono preoccupati: “Le nostre foreste protette saranno trasformate in zone minerarie desertiche e il fango rosso proveniente dalle raffinerie di alluminio contaminerà terreni e corsi d’acqua – afferma Bosu -. Il governo commercializza le nostre foreste, ignorando le risorse naturali inestimabili che assicurano la nostra sopravvivenza”.

FORESTA PLUVIALE ghana PETIZIONE AMBIENTE
RISERVA DELLA FORESTA PLUVIALE DI ATEWA: BIODIVERSITÀ E RICCHEZZA D’ACQUA

La riserva Atewa si trova nel sud-est del Ghana e si estende per oltre 2.600 kmq. È una delle più vaste aree forestali intatte contigue nell’Africa occidentale. Atewa è costituita da un mosaico di foreste di montagna tropicale caratterizzate da sorgenti chiare e ruscelli, altopiani, prati e paludi. La riserva ospita un’abbondante flora e fauna, tra cui molte specie endemiche che a volte sono in pericolo di estinzione. Piante: con oltre 650 specie di piante vascolari, tra cui 323 specie di alberi, Atewa non ha eguali in Ghana. Farfalle: oltre i due terzi delle specie di farfalle conosciute nel mondo vivono nella foresta di Atewa. Ad esempio, la specie Mylothris Atewa, una farfalla grande e lenta che non può essere avvistata in nessun’altra parte del pianeta. Mammiferi: tra le 40 specie di mammiferi che vivono nella foresta di Atewa ci sono sei primati, tre dei quali sono in pericolo di estinzione: il cercocebo dal collare, la guereza (Colobus magistrate) e il colobo verde (Green Colobus). Uccelli: con oltre 150 specie registrate, la foresta di montagna di Atewa è uno degli habitat più importanti per gli uccelli in Africa; alcuni sono particolarmente rari, come il Bucero dalle guance brune (Bycanistes cylindricus) o il Pigliamosche della Liberia (Melaenornis annamarulae), un uccello canoro. Atewa detiene anche il record per il maggior numero di specie di cavallette in Africa, con 61 specie. E tra le 40-50 specie di anfibi vi è anche la specie Conraua derooi in via di estinzione, la più grande popolazione mondiale di questa specie di rana di 8 cm vive nelle aree fluviali della foresta di montagna Atewa.

Fonte di una ricca biodiversità, la fitta foresta pluviale nel sud-est del Ghana è protetta, ma il governo ha raggiunto un accordo multimiliardario con la Cina: scriviamo al governo del Ghana per chiedere di destinare il territorio forestale di Atewa a Parco Nazionale per il bene dell’Umanità.

→ Petizione: “Il Ghana non deve vendere la sua natura alla Cina”


LEAL_5x1000_animata_detBasta un clic:  FIRMA ORA LE NOSTRE PETIZIONI 
 
Il tuo 5×1000 a LEAL C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  Ambiente, LEAL informa, Proteste e Incontri |
 T A G  , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?