LEAL AL MINISTRO SPERANZA: LETTERA DI MIRTA BAIAMONTE CONSULENTE SCIENTIFICA LEAL SULLA QUESTIONE DELLA VIVISEZIONE

 
Illustre Ministro Speranza,

Le scrivo in qualità di Consulente Scientifico Nazionale ed Internazionale della LEAL LEGA ANTIVIVISEZIONISTA. Sono la Prof. Mirta Baiamonte, Biomedico, Biotecnologo, Embriologo Clinico, specializzato in Biobanche per la Ricerca Human Based.

Le scrivo per una seconda volta, dopo averLe inviato una richiesta di incontro che è andata deserta sia in termini di risposta sia in termini di appuntamento presso la sede del Ministero da Lei rappresentato, in merito alla gravosissima vicenda che vede ormai da troppo tempo due fronti della ricerca, uno arcaico e fallimentare come la sperimentazione animale, ed uno innovativo morale etico ed intelligente come la ricerca human based, su un campo di battaglia che ad oggi ha visto troppo spesso atteggiamenti di viltà da parte del primo nei confronti del secondo, ma soprattutto di assoluta mancanza di responsabilità morale etica e deontologica verso i pazienti affetti da patologie che da troppo tempo ci si rifiuta di affrontare in modo concreto, e soprattutto con onestà intellettuale. Sono perfettamente al corrente di istituzioni di tavoli tecnici più o meno duraturi che vedono invitate realtà attiviste in copiosa presenza (dato che mi allieta per il profondo rispetto della vita di esseri senzienti sottoposti a inutili sofferenze ed uccisioni) e vedo al contrario invitati a forza con sgomitate fatte da lettere ed email che invitano le istituzioni a dialogare espressamente con gli addetti ai lavori su tale argomento quali ricercatori, medici clinici, biologi biomolecolari, biotecnologi e specializzazioni affini a queste, proiettati intelligentemente ed ESCLUSIVAMENTE al progredire della ricerca human based .

Mi viene comunicato che in Italia esiste una legge del 2014 che vieterebbe gli esperimenti di droghe fumo ed alcool sugli animali, ma che tale legge viene ripetutamente rinviata a date da destinarsi da anni. Ricordo perfettamente quando il Ministro Lorenzin finanziò con 3 milioni di euro la sperimentazione su animali per fumo alcool e droghe, e preferisco in tale sede non esprimerLe tutto il mio disappunto in termini scientifici circa tale finanziamento, come d’altra parte su altrettanti finanziamenti ancora in essere, non ultimo il progetto sui macachi sparsi per università italiane che si arrogano il diritto di prendere ancora in giro professionisti impegnati nella ricerca human based, tentando a rantoli e pugni di giustificare protocolli di ricerca che vedono soltanto fallimenti in seno ai consigli di facoltà o in seno ai senati accademici.

Le comunico in questa sede in modo chiaro e diretto che intendiamo avere chiarezza circa tale legge vigente che non viene applicata in merito alla sperimentazione animale per alcool, droghe e fumo. Le esprimo tutto il disgusto alla vista di foto di “ricercatori” che costringono in modo brutale indegno vile e medievale animali a bere alcool o ad assumere fumo sino a farli morire per poi studiare… studiare cosa? Ministro Speranza, studiare cosa? Noi del Mondo Scientifico della Ricerca Human Based ne abbiamo le tasche piene di tutto questo .

È fuori dal mondo che ancora oggi, in una fase evolutiva della società del globo terrestre, dove all’estero si parla già di droni taxi, ovvero di taxi sotto forma di droni auto che tra non più di due anni voleranno rispetto al suolo per trasportare i pedoni da una parte all’altra di metropoli come Singapore, come Dubai, come molte altre come queste, si possa pensare ancora di potere effettuare macabri ed inutili processi di violenza priva di assoluto fondamento clinico medico o fondamento di ricerca biomedica, quando in altre parti del mondo, viva Dio, si parla di stampanti in 3D che riproducono organi e tessuti sintetici di derivazione umana per studi su base di fisiopatologia, di neurofisiologia applicativa e non, per citare alcuni degli studi sui quali siamo ormai impegnati.

Su tali ampie premesse, Le porgo formale richiesta di chiarimento circa tale legge vigente di divieto che non viene applicata, avendo anche l’accortezza di ricordarLe che il nostro impegno su abolizione di sperimentazione animale a fronte di sostituzione con ricerca human based è costantemente in prima linea, demolendo ogni giorno tutto ciò che viene scritto e fatto in seno alla sperimentazione animale, i cui protagonisti hanno veramente superato il limite della decenza e della tolleranza da parte nostra, arrogandosi in modo autoreferenziale anche il diritto di offendere l’intelligenza di ricercatori di fronte opposto e nei confronti di pazienti affetti da patologie gravi.

Ringraziando in anticipo e restando in attesa di Sue
PhD. Prof. Dr. Mirta Baiamonte
 


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. per qualsiasi chiarimento contattaci al +39 02 29401323

LEAL DA OLTRE 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE.
AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


 CATEGORIE  LEAL informa, Proteste e Incontri, Vivisezione |
 T A G  , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?