LEAL al grande presidio nazionale a Parma per i macachi

Il presidio è organizzato da Parma Etica con Club Amici Miei, Enpa Parma, Meta, Parma Etica, LEAL Lega Antivivisezionista, Oipa Parma, Sos Angels, Animalisti Onlus, Associazione Diritti degli Animali, Lav Modena, Freccia 45. Si terrà sabato 29 giugno, dalle ore 18.00 alle ore 20.00, in piazza Garibaldi a Parma.

Se non riusciremo a fermare l’esperimento “Light-up” che partirà da settembre, 6 macachi subiranno un intervento chirurgico e al loro risveglio quando proveranno ad aprire gli occhi, scopriranno una cosa terribile: saranno ipovedenti, sentiranno tanto dolore e non capiranno cosa sia successo.

L’Università di Parma e quella di Torino sono responsabili di una nuova sperimentazione durante la quale i macachi verranno operati e resi parzialmente ciechi per studi su deficit visivi nell’essere umano. I macachi verranno prima sottoposti a un training durante il quale, quasi ogni giorno, per ore, verranno immobilizzati su delle sedie e costretti a riconoscere delle immagini. Dopo questa fase verranno resi parzialmente ciechi. L’intervento al cervello, molto invasivo e doloroso, si svolgerà in autunno e l’intera sperimentazione durerà 5 anni.

Lo studio verrà condotto contemporaneamente, e non dopo, anche su volontari umani: la ricerca su nuove cure per persone ipovedenti ha compiuto passi importanti solo grazie alle sperimentazioni su malati umani consapevoli. Quindi oltre a essere inaccettabile moralmente, che senso ha questa sperimentazione? Diverse associazioni hanno chiesto al Ministero della Salute il Protocollo di questo esperimento, ma l’accesso agli atti è stato negato ed è stato fatto ricorso al TAR. I cittadini hanno il diritto di sapere in che modo verranno spesi due milioni di euro di fondi pubblici dati dalla Commissione Europea.

LEAL Lega Antivivisezionista si è immediatamente attivata anche scrivendo una lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, al Vicepresidente On. Luigi Di Maio, al Vicepresidente On. Matteo Salvini, alla Ministra della Salute On. Giulia Grillo (→ a questo link) e chiedendo:
– il blocco immediato, con azioni d’urgenza, di tutti gli esperimenti sui primati non-umani (6 Macachi Rhesus) delle Università di Torino e di Parma,
– la revoca immediata degli eventuali permessi,
– di far escludere i macachi dal progetto,
– di assicurare tutti i 6 macachi ad un centro di recupero in grado di ospitarli nel rispetto delle caratteristiche etologiche di specie,
– di far rimodulare il progetto e l’uso dei fondi ottenuti dall’European Research Council (circa 1 milione di Euro al laboratorio dell’Università di Torino) e utilizzarli per ampliare la platea di pazienti, includere stimolatori celebrali e tecnologie non invasive all’avanguardia da utilizzare direttamente negli umani, rendendo il progetto suddetto totalmente “human-based” (cioè basato su informazioni e dati provenienti solo da studi sugli esseri umani), e direttamente applicabile all’essere umano, e quindi clinicamente utile.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


 CATEGORIE  LEAL informa, Proteste e Incontri, Vivisezione |
 T A G  , , , , , , , , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?