Imperatrice Nuda e La figlia dell’Imperatrice

Due libri fondamentali nella letteratura antivivisezionista. Nonostante alcuni di voi li abbiano apprezzati, letti e ri-letti, vogliamo riproporli per coloro che ancora non li conoscono.

imperatrice nudaHans Ruesch (1913 – 2007) ebbe non una ma – almeno – tre vite: fu famoso pilota automobilistico, autore di romanzi e racconti ancor oggi letti in tutto il mondo, e infine saggista e fondatore del moderno movimento antivivisezionista.
Nato a Napoli da genitori di nazionalità elvetica, figli di industriali svizzeri, finiti gli studi si dedicò alle gare automobilistiche di Formula 1. Nell’ottobre del ’38 emigrò negli Stati Uniti, per proseguirvi una carriera letteraria da lui già iniziata al tempo delle corse. Nel 1937 era apparso in Svizzera il suo primo romanzo, scritto in tedesco, proprio sulle corse d’auto, da lui stesso tradotto in inglese alcuni anni dopo, che divenne un film nel 1953. Dopo aver pubblicato importanti best-seller, smise di scrivere romanzi per dedicarsi interamente alla lotta contro la vivisezione. Avendo studiato medicina per anni e curato per una casa editrice una collana medica denominata I manuali della salute, si convinse che la vivisezione non è altro che una lucrosissima truffa, finalizzata a una continua raccolta d’ingenti fondi per una presunta ricerca medica, da molti medici considerata non solo inutile, ma fuorviante e dannosa.
Queste idee, esposte in Imperatrice nuda, il primo libro che Hans Ruesch scrisse fin dall’inizio direttamente in italiano, suscitando scandalo in Italia al suo apparire nel gennaio 1976, segnò anche la fine della sua carriera
Dobbiamo inoltre al felice incontro tra Hans Ruesch e Kim Buti la nascita della nostra associazione.

Al suo apparire, Imperatrice Nuda fece un tale scalpore che il suo editore fu costretto a ritirarlo dal mercato.  Fece in tempo a guadagnarsi una ventina di recensioni, più o meno positive e talvolta entusiastiche. Per acutezza, ampiezza, rilevanza socio-politica e qualità letteraria, è uno dei più importante libri di critica di un’ortodossia scientifica (in qualsiasi settore) mai apparsi.

Quasi 30 anni dopo Marco Mamone Capria ci regala una nuova edizione molto più completa e ampliata di la figlia dell'imperatriceImperatrice Nuda, La figlia dell’Imperatrice in cui Hans Ruesch illustra i retroscena economici e politici della vivisezione. Inoltre, l’ampio saggio conclusivo (pp. 258-317), Critica della ricerca biomedica e dell’industria farmaceutica di M. Mamone Capria, fornisce informazioni supplementari e aggiornamenti.

Purtroppo la critica di Hans Ruesch faceva ai metodi di ricerca e di cura delle malattie non è bastata a produrre un cambiamento radicale. Dobbiamo continuare a lottare perché le multinazionali del farmaco smettano di fare della malattia l’industria più grande e redditizia del mondo.

Per scaricare la versione pdf di Imperatrice Nuda clicca qui.

 

 


 CATEGORIE  LEAL informa, Vivisezione |
 T A G  , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?