Farmageddon abita in Emilia: firma la petizione NO AL MAXI ALLEVAMENTO

Una bellissima regione devastata da quelli che erano alcuni decenni fa piccoli allevamenti e che nel corso degli anni si sono trasformati in perverse industrie di morte per milioni di animali. Un’apocalisse senza fine della quale neppure gli abitanti spesso si rendono conto: anestetizzati dal consumo di carne che è tradizione gastronomica locale, promesse di lavoro da parte di sindacati e politici che abilmente nascondono le gravi emergenze del territorio che vanno dall’inquinamento delle falde acquifere seriamente compromesse (in alcune zone è prescritta la controindicazione di bere acqua del rubinetto a bambini e donne in gravidanza), l’aria irrespirabile che causa complicazioni respiratorie ai cittadini.

Tutto questo è documentato anche da uno spezzone di inchiesta tratto dal programma Piazzapulita di LA7. Si vede come funzionano gli allevamenti, come vengono tenuti dei poveri esseri viventi, le vasche dei liquami e gli sversamenti nel fiume Po per tutto il suo fluire fino al mare.

Cereali e soia che potrebbero nutrire miliardi di persone vengono utilizzati come mangime animale, tonnellate di pesce di piccola taglia vengono destinati allo stesso scopo, sotto forma di farina di pesce e impoverendo la fauna ittica con immaginabili conseguenze. L’uso di antibiotici è massiccio e indispensabile a tenere in vita animali, che costretti negli allevamenti al limite delle loro capacità fisiologiche altrimenti morirebbero. Ma questo porta allo sviluppo di batteri antibiotico-resistenti che minacciano gravemente la salute umana così come già denunciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. In tutto questo il nostro Ministro della Salute Beatrice Lorenzin va ad inaugurare stalle a Ferrara! Altra dose di anestetico a cittadini che dovrebbero essere attivi e reattivi, documentati e informati.

Guarda i video degli interventi della → conferenza organizzata da LEAL sull’argomento

Firma la → petizione LEAL: NO AL MAXI ALLEVAMENTO


LEAL_5x1000_animata_detBasta un clic:  FIRMA ORA LE NOSTRE PETIZIONI 
 
Il tuo 5×1000 a LEAL C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri, Sezioni |
 T A G  , , , , , , , , , |
1 commento

Una risposta a Farmageddon abita in Emilia: firma la petizione NO AL MAXI ALLEVAMENTO

  1. mara bollani scrive:

    Sì voglio lasciare questo commento: chiudere subito tutti questi lager! Basta! Vergogna!

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?