Esperimenti sulle scimmie all’università di Parma

Da piu’ parti giunge la segnalazione di una protesta contro esperimenti sul cervello dei macachi, estremamente cruenti, svolti all’universita’ di Parma.

Due dei ricercatori coinvolti sono il prof. Giacomo Rizzolatti e il prof. Vittorio Gallese, che hanno ricevuto il 2 febbraio il dottorato honoris causa dall’Universita’ Cattolica di Leuven, in Belgio, per queste loro ricerche vivisettorie.

Gli attivisti antivivisezionisti della ADC Belgio chiedono di inviare mail di protesta al rettore dell’Universita’ di Leuven e ai vivisettori stessi.

Questa la pagina della protesta originale:
http://www.stopdierproeven.org/Archief2010/Januari/28_01_Parma.htm
dove potete anche vedere dei video degli esperimenti.

e qui in inglese:
http://www.care2.com/c2c/groups/disc.html?gpp=19683&pst=1063494

E questo e’ un articolo del 2007 in cui i due vivisettori spiegano come hanno inserito un impianto nel cervello di due scimmie per registrare quali neuroni venivano stimolati nel momento in cui le scimmie usavano delle pinze per prendere degli oggetti:
http://www.pnas.org/content/105/6/2209.abstract
“Quando le pinze diventano dita nel sistema motorio delle scimmie”

La lettera di protesta per questi esperimenti orrendi descritti nell’articolo va inviata al rettore e ai due vivisettori, e va mandata in inglese. Qui sotto trovate la lettera-tipo da inviare, e la traduzione in italiano per conoscenza (ma il messaggio da inviare e’
solo quello in inglese).

Scriviamo a:
mark.waer@rec.kuleuven.be
vittorio.gallese@unipr.it
giacomo.rizzolatti@unipr.it

Il messaggio (mettete in fondo il vostro nome, cognome, citta’):

————————

To Professors Rizzolatti and Gallese and Rector Waer

It has come to my attention that the research group at the University of Parma conducts highly invasive experiments on conscious monkeys. I’ve seen with my own eyes video footage of an experiment performed at the UNIPR Neurosciences Laboratory showing a fully conscious monkey being severely restrained in a primate chair, unable to move his head, which had attached to it a surgical implant with recording electrodes.

I am shocked and appalled to see these wonderful animals confined to small cages and contraptions of experimentation. They are deprived of freedom like slaves and condemned to a miserable life as a test subject in cruel and scientifically flawed research. Monkeys are highly sentient beings that experience a wide range of emotions; they are remarkably intelligent and sensitive to both mental and physical pain, fear and distress. Tormenting these innocent souls in experiments that have not even shown any application for human or veterinary medicine is truly wretched.

It is an absolute disgrace that despite all of this, the University of Leuven has decided to honour your ‘work’ by awarding you with doctorate degrees. A ‘mad scientist’ award would have been far more fitting. Still it was hardly a surprise considering the University of Leuven’s own record of grotesque monkey abuse.

I fully support the Anti Dierproeven Coalitie in their campaign against vivisection on non-human primates. Abusing animals is not something to be proud of, let alone something you should be awarded for.

…  nome cognome …
… citta’ …, Italy

——————————–

La traduzione in italiano, solo per conoscenza, non e’ da spedire:

All’attenzione dei professori Rizzolatti e Gallese e del Rettore Waer

Ho saputo che il vostro gruppo di lavoro all’Università di Parma sta conducendo esperimenti altamente invasivi su scimmie coscienti. Ho visto con i miei occhi il filmato di un esperimento compiuto presso il Laboratori  di Neuroscienze dell’Università di Parma che mostra una scimmia pienamente cosciente legata e costretta su una sedia, impossibilitata a muovere la testa, a cui erano attaccati degli elettrodi tramite un impianto chirurgico.

Mi sconvolge vedere questi splendidi animali confinati in piccole gabbie e costretti a subire esperimenti. Vengono privati della libertà come degli schiavi e condannati ad una miserable vita da oggetti da esperimento per una ricerca crudele e scientificamente infondata.
I primati sono esseri altamente sensibili che provano un ampio spettro di emozioni; sono molto intelligenti e sensibili al dolore sia fisico che mentale, alla paura e allo stress. Tormentare queste anime innocenti in esperimenti è ignobile. Senza dover aggiungere che i vostri esperimenti non hanno nemmeno mostrato alcuna applicazione per la medicina umana o veterinaria.

E’ una vergogna che nonostante questo l’Università di Leuven abbia deciso di onorare il vostro “lavoro” dandovi come premio un dottorato.
Un premio per gli “scienziati pazzi” forse sarebbe stato più congeniale.
Non è però così strano, visto che anche presso l’Università di Leuven vengono compiuti incredibili abusi sulle scimmie.

Sostengo pienamente la Anti Dierproeven Coalitie nella sua campagna contro le vivisezione sui primati non-umani. Sfruttare gli animali non è qualcosa di cui andare fieri, men che meno qualcosa per cui essere premiati.

Ricevuto da: AgireOra


 CATEGORIE  Proteste e Incontri |
 T A G  , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?