Emergenza per tutti i mari della Terra

Solo il 13,2% degli oceani e dei mari del mondo può ancora essere classificato come incontaminato. A dirlo è uno studio capitanato dall’Università del Queensland e pubblicato sulla rivista Current Biology, che ha preso in esame le aree marine prive di impatti umani significativi come la pesca e il trasporto marittimo.

Ambiente_mare_inquinamento

Stando agli esperti, le uniche acque ancora intonse si trovano al Polo Nord, in Antartide e intorno ad alcune isole remote del Pacifico. “Le aree marine che possono essere considerate incontaminate stanno diventando sempre più rare poiché le imbarcazioni per la pesca e i trasporti commerciali marittimi stanno espandendo il loro raggio d’azione in quasi tutte le acque del mondo, mentre il deflusso dei sedimenti soffoca molte aree costiere – ha affermato il professore Kendall Jones dell’università australiana, autore principale dello studio -. I miglioramenti nella tecnologia di navigazione comportano che anche le aree più remote potrebbero essere minacciate in futuro, comprese le acque ricoperte di ghiaccio che sono ora accessibili a causa del cambiamento climatico”. A complicare la situazione, il fatto che la maggior parte dei mari ancora vergini non rientri in aree marine protette.

Dalla notizia battuta recentemente dall’Ansa arriva l’ulteriore conferma se mai ce ne fosse bisogno della totale e devastante ingerenza dell’uomo sull’ambiente, acque comprese. I mari come abbiamo più volte ricordato costituiscono una emergenza assoluta. Un ecosistema meraviglioso turbato e compremesso in molti casi irrimediabilmente da scarichi inquinati, plastica, imbarcazioni a motore, navi, petroliere, pesca indiscriminata. Ogni singolo deve impegnarsi a ridurre al minimo l’impatto ambientale seguento e sostenendo le campagne di informazione per la tutela dell’ambiente.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


 CATEGORIE  Ambiente, Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri |
 T A G  , , , , , |
Lascia un commento

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?