Carrefour ritira la carne di cane dopo le proteste da tutto il mondo

Speriamo che arrivi presto il giorno in cui tutti si indigneranno all’idea di mangiare tacchino, manzo, agnelli, pesci, maiali e ogni specie animale.

CARREFOUR CARNE DI CANECarrefour, colosso francese della grande distribuzione, è stato oggetto di un terremoto mediatico dal momento in cui la benemerita associazione Animal Asia ha scoperto che in 2 dei 200 supermercati Carrefour sul territorio cinese, nella città a Xuzhou, provincia di Jiangsu, era in vendita carne di cane essiccata e in brodo di tartaruga. Animal Asia ha immediatamente lanciato una petizione internazionale per chiedere di ritirare i prodotti. Dalla sua sede parigina l’azienda aveva promesso per mercoledì 14 giugno la rimozione di questi prodotti e così è stato. Un comunicato di Carrefour riferisce che si tratta di un caso isolato e che i cinesi che mangiano carne di cane o gatto sono una minoranza in Cina, come ha confermato anche Irene Feng di Animal Asia la quale ricorda che i giovani e la classe media non la consumano.

Rimane il fatto che ogni anno vengono massacrati, scuoiati e bolliti vivi più di dieci milioni di cani, olocausto che vede la sua apoteosi in occasione del festival della città di Yulin che quest’anno si terrà da mercoledì 21 a venerdì 30 giugno.

Condanniamo il consumo di carne di cane e di gatto in quanto l’umanità uccide crudelmente fin troppe specie animali solo per il gusto di mangiarseli e ci sembra fuori luogo aggiungerne altri alla già spaventosa lista. A sempre più persone che hanno fatto una scelta vegana tuttavia suscita impressione e dispiacere vedere gli animali che in occidente si mangiano con serena indifferenza, porzionati e oscenamente esposti sui banconi dei supermercati dove fanno bella mostra anche crostacei vivi con le chele legate.

“Ci piacerebbe davvero molto – dice Gian Marco Prampolini, presidente LEAL – che le persone che nel mondo hanno provato compassione e orrore per i cani inscatolati e venduti nei supermercati Carrefour, pensino che anche le povere tartarughe erano creature che hanno patito una morte sofferta e ingiusta. Ogni animale ha diritto alla vita e a tutele, e meriterebbe una petizione internazionale se vittima dell’uomo”.


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


 CATEGORIE  LEAL informa, Proteste e Incontri |
 T A G  , , , , , |
2 commenti

2 risposte a Carrefour ritira la carne di cane dopo le proteste da tutto il mondo

  1. Marco Baracca scrive:

    Ci sono petizioni in corso.

  2. Milvia Angela Codazzi scrive:

    Allucinante.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?