Gian Marco Prampolini a RadioVeg.it per Amatrice

Gian Marco Prampolini presidente LEAL racconta a RadioVeg.it gli interventi fatti ad Amatrice e a Sommati (frazione di Amatrice) dove dando sostegno ai volontari locali ancora oggi garantisce cibo, cure e cucce da esterno ai cani e gatti vaganti e abbandonati! L’emergenza non è mai finita e in inverno è ancora più difficile a causa del freddo e della neve! Venerdì 15 novembre una carovana di due mezzi LEAL porterà altro cibo, farmaci e cucce.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. se non vuoi donare online chiamaci: 02 29401323

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Donazioni, LEAL informa, Storie |
T A G , , , , , , |
Lascia un commento

Radio Saiuz intervista il presidente LEAL Gian Marco Prampolini

PARLANO DI NOI! Massimo Bonella per Radio Saiuz intervista Gian Marco Prampolini sulla campagna LEAL “Le arance per la vita”: chi adotta un albero riceve 80 kg di arance con spedizione programmabile e finanzia le Borse di studio LEAL per una ricerca senza animali!

Info campagna → Le arance per la vita


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. se non vuoi donare online chiamaci: 02 29401323

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa |
T A G , , , , , , , , , , |
Lascia un commento

I cinque articoli più letti di ottobre 2019

 STATE CON NOI PER LORO 

→ ISCRIVITI SUBITO!



LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “ISCRIZIONE ” o “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. se non vuoi donare online chiamaci: 02 29401323

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Ambiente, Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri, Vivere eticamente, Vivisezione |
T A G , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |
Lascia un commento

1 NOVEMBRE GIORNATA MONDIALE VEGAN CON LEAL

LEAL celebra il World Vegan Day, una giornata speciale che unisce persone di tutto il mondo che hanno scelto di vivere non sfruttando gli animali ed il pianeta e di non utilizzare per alimentarsi o per vestirsi prodotti di origine animale. Una occasione per far riflettere sui propri stili di vita e sulla propria dieta chi ancora non ha scelto.

Una giornata ricca di significato per noi e di speranze per miliardi di animali torturati e uccisi per cibo, abbigliamento, “sport”, divertimento o come cavie da laboratorio.

La data ricorda la fondazione della Vegan Society, avvenuta proprio l’1 novembre del 1944 da parte degli attivisti inglesi Donald Watson e Elsie Shrigley. In questa ricorrenza LEAL ogni anno rinnova il proprio impegno a diffondere l’importanza di uno stile di vita con il proprio profondo coinvolgimento alla causa animale ed ambientale.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. se non vuoi donare online chiamaci: 02 29401323

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Agenda, LEAL informa, Vivere eticamente |
T A G , , , , , |
Lascia un commento

LEAL LANCIA LA CAMPAGNA “LE ARANCE PER LA VITA”: ADOTTANDO UN ALBERO E GUSTANDONE I FRUTTI SI SALVANO GLI ANIMALI E LA SALUTE

Parte oggi la straordinaria campagna di LEAL Lega Antivivisezionista in partnership con l’azienda agricola Trombino che offre a tutti la possibilità di adottare un albero di arance in Sicilia finanziando in questo modo le Borse di studio LEAL per la ricerca senza animali.

Il progetto è etico a 360 gradi e prevede da parte degli amici antivivisezionisti di adottare per un intero anno un albero di arance al costo di 140 euro dei quali una quota di 15 euro sarà devoluta al fondo LEAL destinato alla ricerca human based e alla divulgazione e informazione scientifica sui metodi sostitutivi.

A fronte dell’adozione dell’albero chi sottoscrive il progetto riceverà a casa senza costi di spedizione 80 kg di arance rosse in casse da 17 kg con invii programmabili nel periodo di produzione che va da fine dicembre a fine marzo. Le arance sono rigorosamente coltivate con metodi naturali senza uso di diserbanti, di concimi chimici e nessun tipo di irrorazione. Se la pianta renderà di più allora verranno spedite gratuitamente anche le arance aggiuntive: naturalmente è possibile adottare più di una pianta!

L’azienda Trombino è perfettamente in linea con LEAL e i principi etici di rispetto animale, umano e ambientale: da più di cinquant’anni coltiva, senza sfruttamento della manodopera, arance su una superficie di 5 ettari nel territorio di Palagonia in provincia di Catania, che come sottolinea con orgoglio il titolare Giovanni Trombino, è proprio la zona vocata per le arance rosse dolci, succose e ricche di vitamine e antiossidanti, tanto da definirsi la “Capitale delle arance a polpa rossa”.

Gian Marco Prampolini, presidente LEAL, commenta l’iniziativa e sottolinea: “LEAL, da sempre per l’abolizione della vivisezione, è ancora una volta in prima linea con l’obiettivo di finanziare la ricerca senza animali e denunciare la crudeltà delle pratiche vivisettorie. La campagna “Le arance per la vita” aderisce perfettamente ad un codice totalmente etico di rispetto per la natura, gli animali e il lavoro degli esseri umani. Per una volta almeno la frutta in tutta la sua naturalità e bontà non sosterrà le tradizionali campagne che finanziano la tortura e la morte, ovvero la sperimentazione animale, bensì celebra il rispetto per la vita di ogni essere vivente e una solidarietà speciale e unica che aspira a salvare la vita di tutti”.

Per adottare un albero contribuendo alla raccolta fondi per le Borse di studio LEAL si deve compilare il modulo → a questo link indicando il codice “Le arance per la vita”.

Ogni nominativo sarà inserito nella mailing list creata appositamente per i sostenitori di LEAL dall’azienda nel pieno rispetto della privacy e i clienti verranno contattati dall’azienda agricola anche per stabilire di volta in volta quantità e tempi per l’invio delle arance.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. se non vuoi donare online chiamaci: 02 29401323

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa |
T A G , , , , , , , |
Lascia un commento

IL TOPO LEAL CONTRO LA VIVISEZIONE

LEAL da più di quarant’anni finanzia borse di studio per i metodi alternativi sostitutivi e si impegna per fare informazione e gettare luce su quanto di terribile si può nascondere dietro una scienza totalmente priva di etica e priva di ogni volontà di cambiare le crudeli metodologie adottate. La vivisezione ancora di più oggi, alla luce dell’attuale percorso scientifico e di consapevolezza dell’uomo è un gravissimo illecito morale che ricercatori senza scrupoli commettono per interessi economici e di carriera. Un metodo da abolire in tempi brevi anche finanziando borse di studio per una ricerca senza animali. Tutti possono contribuire a questi progetti cruelty free con una donazione o acquistando ai nostri tavoli informativi il topo di United Pets in silicone: un gioco irresistibile per i nostri amici animali ma anche un antistress o un gadget per noi umani.


Gli animali imprigionati, sfruttati e torturati nei laboratori per esperimenti di vivisezione sono milioni, ma il numero più elevato in assoluto è rappresentato dai roditori e nove su dieci sono o topi o ratti. Si stima che nei soli Stati Uniti siano utilizzati per la sperimentazione scientifica oltre 20 milioni di questi roditori. Anche se in numero inferiore sono impiegati anche gerbilli, criceti e cavie; per quanto riguarda l’Italia invece i topi rappresentano il 53% degli animali impiegati nella sperimentazione mentre i ratti costituiscono il 19%.

 Se ci aiutate non saremo soli! 
LEAL PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o
“BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”
MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online
. se non vuoi donare online chiamaci: 02 29401323

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Vivisezione |
T A G , , , , |
Lascia un commento

LEAL RIMANDA AL MITTENTE LE CONSIDERAZIONI DEL CORRIERE.IT TORINO SULLA QUESTIONE MACACHI

PhD Mirta Baiamonte, referente scientifico di LEAL, risponde con richiesta di pubblicazione al vergognoso e fazioso articolo pubblicato su Corriere.it Torino (→ leggi l’articolo online).

Fintanto che i media in generale saranno al soldo delle multinazionali e di Big Pharma o di chi fa della ricerca e della scienza una ragione di lucro e di prestigio professionale la ricerca rimarrà una paleoricerca.

LEAL PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE

Preg.mo Direttore Marco Castelnuovo,
Sono la Prof. Mirta Baiamonte, Biomedico, Biotecnologo, Embriologo Clinico e Ricercatore Human Based.
Dottore in Ricerca in Neuroscienze e Disturbi del Comportamento, specializzato in Neuropsicobiologia.
Rappresento il mondo scientifico H.B.R.S. Human Based Research Science
Consulente Scientifico di LEAL NO VIVISEZIONE, partner scientifico e progettuale di diverse realtà scientifiche di notevole prestigio, dove le risorse umane impegnate nella esclusiva ricerca human based sono di elettiva esperienza lavorativa da più di 20 anni.
La presente missiva al fine di porgere, con gentile richiesta di pubblicazione, il parere scientifico etico e di rispetto verso altri esseri senzienti come l’uomo, in relazione al vostro articolo sul viaggio dentro i laboratori di Parma dove si trovano rinchiusi i macachi “oggetto” di ricerca per il noto progetto LIGHTUP.

Entrando nel merito Le dico quanto segue:
Il fatto di pubblicare foto o video dei macachi nelle gabbie che giocano, che vedono cartoni animati o che sentono musica più o meno idilliaca per farli stare in un ambiente di apparente goliardia, tentando di smontare fatti detti da animalisti attivisti seriamente impegnati nella difesa di tutti gli esseri senzienti, non sta in piedi ed è fallimentare sin dall’inizio. E “corro” nel precisare che parto dalla difesa degli aspetti etici attivisti per scendere subito nei dettagli su base scientifica per evitare che altri uomini titolati si permettano di definirmi “Dr. Pinco Pallo” pensando che noi ricercatori del mondo ricerca human based, giochiamo a fare i soldatini di una causa persa; e questo non perché mi interessino i pareri di titolati o meno (in famiglia siamo già affollati di titoli universitari e di altro tipo), ma perché mi sono profondamente stancata di assistere a mezzucci che tentano di sviare l’opinione pubblica, durante la lettura, dal punto fondamentale: il fallimento della sperimentazione animale.
Il fatto che la “goliardia” apparente di video e foto vedrà come seguito la tortura assoluta di esseri senzienti che subiranno interventi e sofferenze inaudite è un dato assodato.
Il fatto che le ispezioni di Istituzioni, veterinari o altre figure addette, abbiano comportato la verbalizzazione di assenza di maltrattamenti (per adesso!) e “stato di salute dei macachi” “ben trattati”, Lei pensa veramente che sia onestà intellettuale o fregatura sotto copertura di leggi errate e volutamente reiterate nell’errore?
Il fatto che si tenti di offendere l’intelligenza di coloro che questo sanno è un dato assodato.
Il fatto che i macachi non sono in un loro ambiente naturale è un dato assodato.
Il fatto che il macaco non è animale da affezione è un’analisi basata su un ragionamento da corbelleria inaudita, ed è un dato assodato.
Il fatto che l’essere sia da affezione o meno, non comporta gradi diversi di un senziente. E questo è un dato assodato.
Il fatto che l’uomo è affetto da antropocentrismo acuto degenerativo, dimostrando la propria inferiorità, è un dato assodato, assolutamente conseguenziale senza se e senza ma!

Tuttavia, entrando in ambito scientifico, Le comunico:
1) assetto neuro endocrino dell’animale alterato nella sua funzionalità basale da cattività, anche per i macachi nati in cattività, ciò non cambia, perché nel DNA dell’animale è registrato un dato che si chiama istinto animale, somma storica di genotipo + fenotipo.
2) l’animale non è dotato di parola. Come riferisce un sintomo o una reazione riflessiva o sintomatica o cognitiva al ricercatore?
3) la patologia/lesione viene indotta meccanicamente. Chi le dice che la lesione meccanica provocata artificialmente sia la stessa di una lesione provocata da una patologia indiretta, o diretta o da trauma esterno?
4) come mai il progetto di ricerca non è pubblico visto che è finanziato da fondi pubblici?
5) come mai il Ministero della Salute su richiesta ufficiale di “addetti ai lavori” non dà contezza dei dati e lo consegna? O devo pensare diversamente?
6) come mai nella sperimentazione animale non si “vivisezionano” i protocolli, opportunamente tenuti segreti, e non si pensa che il tramonto dei test su animali possa essere la svolta della vera ricerca su organi e tessuti umani?

Gentile Direttore Castelnuovo non è questo il modo di fare ricerca e si deve smettere di offendere il paziente affetto da diverse patologie, facendogli credere che ci sia la seria volontà di trovare cure definitive a patologie della nostra era.
Sappiamo bene che non è così.

Cordialmente
Prof. M. Baiamonte


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Proteste e Incontri, Vivisezione |
T A G , , , , , , , , |
Lascia un commento

LEAL al MiVeg 2019

LEAL ha salutato con piacere amici, visitatori, attivisti e volontari che sono passati al nostro stand al MiVeg il 19 e 20 ottobre. Seicento cartoline firmate “NO AL PROGETTO LIGHTUP” in due giorni, tanta informazione e tanto interesse da parte di visitatori sensibili e attenti alla questione animale e alla sostenibilità a 360°. La settima edizione di MiVeg è stata se possibile ancora più ricca di contenuti: workshop e conferenze interessanti con relatori di indiscusso valore hanno interessato la vasta platea.

LEAL ringrazia Vitadacani per l’impegno speso per una organizzazione come sempre impeccabile.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa |
T A G , , , , , |
Lascia un commento

Buona lettura #11

Le nostre segnalazioni da non perdere!


Sabrina Giannini
La rivoluzione nel piatto
Sperling & Kupfer
pp. 224, € 17,90
Isbn 9788820065607
(posted 10/2019)


Francesca Sorcinelli
LINK I – Crudeltà su Animali e Pericolosità Sociale. Introduzione alla Zooantropologia della Devianza
Independently Published
pp. 642, $ 28,00
Isbn 9781693585487
(posted 10/2019)


Silvia Ruffinello
Angeli travestiti da terroristi
Phatos Edizioni
€ 14,00
Isbn 9788885529243
(posted 10/2019)


→ Vai alla pagina LE LETTURE


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Vivere eticamente |
T A G , , , , , , , , , |
Lascia un commento

I MACACHI DI PARMA

Eccoli. Sono loro. Sono gli esseri senzienti che saranno sacrificati nel progetto LIGHTUP.
I due macachi in primo piano si chiamano Larry ed Alan. Per il momento sono sottoposti all’addestramento e sono fiduciosi ma presto, molto presto, la loro fiducia nell’essere umano sarà sostituita dalla paura e una domanda non espressa a parole aleggerà sulle gabbie: “Perché?”
Dopo l’esperimento i sei primati verranno uccisi per studiare il loro cervello. Di loro rimarranno delle immagini fissate sui vetrini.

Agli sperimentatori diciamo: “Guardateli questi macachi. Guardateli negli occhi oggi e non solo domani quando cercherete prove dei danni provocati.
Osservate quella creatura che si avvicina al vetro della finestra per guardare un mondo che non vedrà mai e provate a mettervi nei suoi panni.
Guardateli negli occhi. Guardateli con il rispetto dovuto ad ogni forma di vita. Forse riuscirete a capire che è arrivato il momento di cambiare”.
LEAL Leal Antivivisezionista

Il Corriere della Sera (Torino) esce con un articolo che dovrebbe, forse, placare il dissenso espresso da coloro che negano la liceità dell’uso del modello animale nella ricerca.
In realtà l’articolo conferma quanto sia deformato il pensiero di coloro che non esitano a sacrificare animali perseguendo una falsa scienza che DEVE essere sostituita dalla ricerca basata sugli esseri umani (human-based).
La sicurezza alberga in loro. Parlano di benessere animale e di esperimenti autorizzati. Nessun dubbio, nessun ripensamento sulla validità del loro operato. Le leggi sono dalla loro parte e tre controlli superati aumentano la loro sicumera. Prima ancora di insegnare loro a come addestrare i macachi, e a come usarli, sono stati istruiti a non provare emozioni davanti a quello che fanno.

Le affermazioni degli addetti ai lavori sono a dir poco sconcertanti:

* “LA VIVISEZIONE È VIETATA. NEI LABORATORI ENTRANO I POCHI ANIMALI NECESSARI PER LA CONOSCENZA”.

* “I CARTONI ANIMATI CHE VENGONO PROIETTATI SERVONO AD ABBASSARE LA TENSIONE NELLE GABBIE CHE SONO PIÙ LARGHE DELLA MEDIA”.

* “SUI SOCIAL HANNO PROMESSO CHE LI LIBERERANNO… MA NON SONO ANIMALI DA COMPAGNIA”.

Leggendo l’articolo si entra nel laboratorio.

Le immagini che scorrono sugli schermi dei computer sono sezioni dei cervelli delle scimmie. La fisiologa Elena Borra dichiara: “Io contro gli animali? Sono vegetariana, ho un cane e appena laureata mi rifiutai di fare esperimenti sui ratti”. Ha cambiato idea adesso “La vivisezione è vietata, nei laboratori entrano i pochi animali necessari per la conoscenza”.

Su uno schermo scorrono immagini di un cartone animato. “È il cartone preferito dalla figlia del tecnico. Lo trasmettiamo per abbassare la tensione nelle gabbie, che sono più larghe della media. A volte diffondiamo anche musica ambient” dice Benedetta Zattera, una dottoranda di 25 anni compiaciuta nel credere di provvedere al benessere degli animali in quel modo.

I macachi sono alle prese con l’addestramento. Il prossimo anno sarà installato un perno di titanio alla testa degli animali, per tenerla ferma durante la ricerca. “Da novembre 2018 — spiega Bonini — abbiamo superato 3 ispezioni ministeriali”. Un record per l’Italia, dove sono 600 i primati oggetto di sperimentazioni. Solo dieci avvengono nelle università, dove ogni ricerca è autorizzata due volte: dal ministero e da un organismo interno che vigila sul benessere animale.

Dopo l’esperimento i macachi verranno uccisi per studiare il loro cervello. Di loro rimarranno delle immagini fissate sui vetrini.

A Parma cinque laboratori pubblici sono autorizzati per esperimenti sui primati.
Tra questi c’è il progetto LIGHTUP.

Fonte (articolo e video)
→ torino.corriere.it

Questo slideshow richiede JavaScript.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE” o “BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT04Q0306909606100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Proteste e Incontri, Vivisezione |
T A G , , , , , , , |
Lascia un commento