LEAL tra i firmatari del comunicato stampa per la morte di Agostino, il cinghiale ucciso nel parco di Piacenza

Agostino, il cinghiale che si era inoltrato per errore nel parco della Galleana, è morto per mano delle istituzioni a sole tre ore dal suo recupero incruento organizzato da specialisti del settore.

Agostino_cinghialeL’ingiusta e inutile uccisione di Agostino rimarrà una delle più grandi sconfitte di civiltà di una Giunta incapace di tutelare i viventi sul suo territorio. Da alcuni giorni il cinghiale si era inoltrato per errore nel Parco della Galleana, il più grande parco urbano di Piacenza.

Dai suoi primi avvistamenti il parco era stato chiuso e l’Amministrazione Comunale, coadiuvata dalla Polizia Provinciale, rappresentata dalla Dottoressa Annamaria Olati, ha visto come unica soluzione incaricare i cacciatori della liberazione del parco dall’ospite a loro indesiderato. Sono numerose le testimonianze di cittadini che attestano la non aggressività e non pericolosità di Agostino.

Le associazioni animaliste, subito intervenute per tutelare l’animale già dai primi maldestri tentativi di suo allontanamento da parte dei cacciatori, erano riuscite in quella stessa mattinata a partecipare a un tavolo tecnico con il Sindaco Paolo Dosi e le autorità preposte, durante il quale avevano proposto, in alternativa alla narcosi seguita da abbattimento di Agostino delineata dalle autorità stesse, una soluzione totalmente incruenta.

Gli attivisti hanno concordato con le istituzioni di fare intervenire per il recupero gli esperti del Centro Fauna Selvatica di Modena “Il Pettirosso”, resosi disponibile ad adottare Agostino. “Il Pettirosso” è tra l’altro riconosciuto come uno dei centri migliori e più qualificati per il recupero della fauna selvatica in Italia.

Dichiara un portavoce di META che rappresenta tutti gli animalisti coinvolti nel caso di Agostino: “Venerdì 22 giugno abbiamo cercato di metterci in contatto telefonico con l’Amministrazione Comunale e soprattutto con Maria Grazia Granada, responsabile del Parco della Galleana, così come con gli altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale facenti parte del tavolo tecnico. Ci siamo allarmati e insospettiti nel vedere come si negassero e non rispondessero alle nostre ripetute chiamate. Abbiamo avvisato “Il Pettirosso” che ci ha confermato di essere pronto per le operazioni di recupero stabilite per il pomeriggio. La doccia gelida è arrivata quando abbiamo appreso da una telefonata da parte dei giornalisti che il Comune aveva rotto i patti e tre ore prima del pianificato e autorizzato intervento de “Il Pettirosso”, Agostino era stato assassinato. Il Sindaco parla di diversi nuclei intervenuti (Polizia Provinciale, Forestale ecc.) e, per giustificare l’abbattimento, riporta inverosimilmente che l’animale avrebbe caricato il personale intervenuto all’ennesima dose di narcotico, come se non fosse in ogni caso previsto, secondo la loro soluzione, l’abbattimento dell’animale in seguito a narcosi”.

“La morte di Agostino ha colpito nel profondo tantissime cittadini – dichiara Gian Marco Prampolini, presidente di LEAL Lega Antivivisezionista – Abbiamo apprezzato il modo civile e costruttivo di condurre la trattativa da parte degli attivisti di META e Fronte Animalista e dei rappresentanti delle altre associazioni e movimenti locali. Non solo stigmatizziamo il comportamento di chi ha deciso frettolosamente e slealmente di passare alle vie di fatto, ma stiamo indagando per capire se ci sono gli estremi per agire legalmente nei confronti di una Amministrazione inadeguata a tutelare una vita presente sul suo territorio”.

META – Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente
Fronte Animalista
ENPA sezione Piacenza
Associazione Pandora
LEAL Lega Antivivisezionista
Movimento Iene Vegane
VEGANOK Network
Associazione Senza Catene Piacenza
Gruppo Piacenza Vegan
Associazione VEG&JOY

Nel video, la dichiarazione di Piero Milani, responsabile del Centro Recupero Fauna Selvatica “Il Pettirosso”: “Ecco perché la morte di Agostino si poteva evitare”
 


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , , , , , |
Lascia un commento

Anche Modena dice NO alla vivisezione: nuova sezione LEAL

inaugurazione sezione Modena (direttivo e volontarie) 02inaugurazione sezione Modena (direttivo silvia e volontarie) 01Gian Marco Prampolini, presidente di LEAL Lega Antivivisezionista, il direttivo e il team di lavoro danno un caloroso benvenuto a Maria Cristina Testi, attivista e volontaria conosciuta e apprezzata per il suo impegno per la difesa dei diritti degli animali.

In occasione della prima riunione operativa di sabato 24 giugno abbiamo conosciuto anche Paola Dall’Aglio e Sonia Lolli, splendide volontarie che daranno un fondamentale contributo al lavoro della sezione modenese nonché Lolita, una cagnolina tutta coccole recuperata in extremis da una perrera, e i numerosi gatti che gratificati da attenzioni e bocconcini premio hanno controllato l’andamento dei lavori. Fa parte dei volontari della nuova sezione anche Roberto Allemand.

Abbiamo parlato dei progetti e campagne nazionali LEAL e di quelli della sezione di Modena che è già operativa. Si è stabilito un piano di stretta collaborazione tra tutte le sezioni LEAL sulle tematiche antivivisezioniste e antispeciste, e per promuovere il veganismo, ma anche di apertura e sostegno ad altre associazioni e movimenti per le numerose battaglie animaliste ed emergenze che quotidianamente affrontiamo.

Benvenuti e buon lavoro Cristina, Paola, Sonia e Roberto!

LEAL sezione Modena
Maria Cristina Testi
tel. 340 7393451


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE LEAL informa, Sezioni |
T A G , , , , , , , |
1 commento

La detenzione e la morte terrificanti di diecimila cani a Yulin in Cina

Yulin LEAL 02Yulin LEAL 01Yulin LEAL 03Yulin LEAL 04Ogni anno vengono massacrati, scuoiati e bolliti vivi più di dieci milioni di cani, olocausto che vede la sua apoteosi in occasione del festival della città di Yulin che quest’anno si tiene da mercoledì 21 a venerdì 30 giugno. “Yulin Dog Meat Festival” è l’evento che fonda le sue radici nella convinzione che mangiare carne di cane aiuterà il corpo a far fronte al calore estivo.

Riproponiamo il toccante video della campagna per fermare il festival di Yulin sovvenzionato da Humane Society International (HSI) che fa parte di Compassion Project, che ha coinvolto una serie di star hollywoodiane per sensibilizzare i cinesi contro il consumo di carne di cane, tra questi: Matt Damon, Joaquin Phoenix e Kate Mara, che hanna prestato la propria immagine alla campagna. Grazie al video sono stati subito salvate decine di cani e gatti da un mattatoio improvvisato.

LEAL plaude agli attivisti cinesi che con grandi difficoltà, vista la radicata cultura locale, difendono cani e gatti, ne contrastano le mattanze e liberano centinaia di animali bloccando i camion che li trasportano in condizioni inaccettabili.

Un appello anche a noi benpensanti occidentali (che ci battiamo per fermare il consumo di carne di cani e gatti diffuso in diversi Paesi orientali) di salvare anche i milioni di volatili, mucche, capre, pecore, agnelli, maiali, cavalli, asini, crostace e pesci dai nostri altrettanto terrificanti allevamenti e mattatoi, nonché dai nostri occidentali e crudeli piatti. L’egoismo e l’ingordigia umana non hanno colore e bandiere.


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE LEAL informa, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , , |
Lascia un commento

Sabato 24 e domenica 25 giugno LEAL presente alla Fiera di San Pietro a Cremona

tavolo LEAL CREMONA 17 giugno 01tavolo LEAL CREMONA 17 giugno 02Giovanna Tarquinio, responsabile LEAL sezione Cremona, ringrazia amici e sostenitori per essere passati al tavolo informativo che ha tenuto con le volontarie di sezione domenica 18 giugno. Tante le persone che si sono fermate per raccogliere informazioni sulle attività di LEAL e della sezione cremonese e hanno ritirato la cartolina promemoria per donare il 5×1000 a LEAL (C.F. 80145210151).

Il prossimo evento importante è la partecipazione di LEAL alla Fiera di San Pietro di sabato 24 e domenica 25 giugno a Cremona. Sono due giornate impegnative ad orario continuato dal primo pomeriggio di sabato fino alle 24 mentre per la giornata di domenica dalle ore 7 fino alle 24. Giovanna Tarquinio e le volontarie vi aspettano con tanto materiale informativo e tante novità: magliette, gadget, oggettistica il cui ricavato sarà convertito in aiuti per gli animali ospiti di rifugi in difficoltà e gatti di colonia e per finanziare le attività di sezione.

 Vi aspettiamo! 

LEAL sezione Cremona
Giovanna Tarquinio
tel. 339 3840199
giovanna.tarquinio@libero.it


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE LEAL informa, Proteste e Incontri, Sezioni |
T A G , , , , |
Lascia un commento

Cruelty behind Beauty: quando la bellezza diventa crudele

LEAL ringrazia Linda Guerra per avere realizzato e prestato il suo volto al video intitolato “Cruelty behind Beauty” sul tema della sperimentazione animale. L’argomento non è mai sufficientemente diffuso!

Dall’11 marzo 2013, in Europa è entrato in vigore il divieto totale per i test su animali degli ingredienti realizzati per i prodotti cosmetici. Rimane comunque valido lo standard internazionale cruelty-free, perché vi sono alcuni casi non coperti e comunque il divieto non vale per i detersivi. Purtroppo non possiamo essere certi che gli ingredienti realizzati dopo il 2013 non verranno mai usati nei cosmetici venduti in Europa e la Commissione l’ha dichiarato esplicitamente: è vero che esiste ora il divieto assoluto di test su animali ma solo se un ingrediente è stato creato appositamente per uso cosmetico. Si possono aggiungere però ai cosmetici ingredienti realizzati per essere usati in un altro prodotto, non cosmetico, e quindi testato per quell’uso.

LEAL_Stop_Vivisezione_coniglio_nero_-LEAL Lega Antivivisezionista ha promosso il proprio marchio di certificazione etica di prodotti non testati che offre garanzie e rispetta i diritti dei consumatori. Dal 1981 finanzia la ricerca senza animali e il marchio di certificazione → Coniglio Nero STOP VIVISEZIONE di LEAL guida gli acquisti per prodotti cruelty free.

Al link seguente un elenco di prodotti e aziende che testano su animali: → Black list


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE LEAL informa, Vivere eticamente, Vivisezione |
T A G , , , |
1 commento

Spot campagna “Il tuo 5×1000 a LEAL”

Diamo i numeri? No diamo un numero: il nostro codice fiscale perché tu e i tuoi amici possiate donare a LEAL Lega Antivivisezionista il 5×1000!

Ascolta e condividi il nostro spot (pianificato anche su RadioVeg.it): non lasciarci soli proprio ora che le emergenze sono in costante aumento.


Dona il 5×1000 a LEAL per consentire a noi di fare tanto per tutti gli animali:
il tuo 5×1000 a LEAL C.F. 80145210151

 Grazie! 


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE Donazioni, LEAL informa |
T A G , , |
Lascia un commento

Ricetta Tabulè per vivere vegan

Da “La Voce dei Senza Voce” n. 106, → sfoglia il numero online.
Rubrica VIVERE VEGAN di Alessandra Schiavini.

→ ABBONATI ALLA NOSTRA RIVISTA “LA VOCE DEI SENZA VOCE”

Voce_106_TabuleCon la bella stagione, in tutta sincerità, non abbiamo molta voglia di stare ai fornelli. Preferiamo trascorrere le nostre giornate all’aria aperta per goderci il sole e le bellezze della natura. Desideriamo soprattutto cibi freschi e leggeri: e per prepararli, abbiamo solo bisogno di ciò che ci offre la nostra terra. Non cibarsi di animali e dei loro derivati è semplice, sano, gustoso. Non cerchiamo scuse, nemmeno d’estate. Diventiamo vegani, per garantire ai nostri fratelli la vita che meritano. Senza più sofferenza, né morte.

TABULÈ
(ricetta tratta da → “La cucina etica facile”, Sonda Edizioni).

Ingredienti:
300 gr. di couscous integrale o semi integrale
300 gr. di pomodori datterini
1 peperone giallo
1 cipollina
1 cetriolo
½ limone
Uvetta a piacere
Foglioline di menta
Olio extravergine d’oliva
Sale

Versate un paio di cucchiai d’olio in una pentola e unite il couscous, tostatelo velocemente e copritelo d’acqua bollente leggermente salata per il doppio del suo volume. Lasciatelo riposare dai 5 ai 10 minuti a fiamma spenta, finchè non si sarà ben gonfiato. A quel punto, sgranatelo utilizzando una forchetta. A parte, tagliate a pezzetti i pomodorini e il peperone; e a fettine sottili, la cipollina e il cetriolo, Ammollate l’uvetta in poca acqua (almeno per 30 minuti), spremete il succo di limone, tritate le foglioline di menta regolandovi per la quantità secondo il vostro gusto. Quando il couscous si sarà completamente raffreddato, mettetelo in una capiente insalatiera. Salate e mescolate bene, condendo con olio a crudo.


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE LEAL informa, veganismo |
T A G , , , , |
Lascia un commento

Carrefour ritira la carne di cane dopo le proteste da tutto il mondo

Speriamo che arrivi presto il giorno in cui tutti si indigneranno all’idea di mangiare tacchino, manzo, agnelli, pesci, maiali e ogni specie animale.

CARREFOUR CARNE DI CANECarrefour, colosso francese della grande distribuzione, è stato oggetto di un terremoto mediatico dal momento in cui la benemerita associazione Animal Asia ha scoperto che in 2 dei 200 supermercati Carrefour sul territorio cinese, nella città a Xuzhou, provincia di Jiangsu, era in vendita carne di cane essiccata e in brodo di tartaruga. Animal Asia ha immediatamente lanciato una petizione internazionale per chiedere di ritirare i prodotti. Dalla sua sede parigina l’azienda aveva promesso per mercoledì 14 giugno la rimozione di questi prodotti e così è stato. Un comunicato di Carrefour riferisce che si tratta di un caso isolato e che i cinesi che mangiano carne di cane o gatto sono una minoranza in Cina, come ha confermato anche Irene Feng di Animal Asia la quale ricorda che i giovani e la classe media non la consumano.

Rimane il fatto che ogni anno vengono massacrati, scuoiati e bolliti vivi più di dieci milioni di cani, olocausto che vede la sua apoteosi in occasione del festival della città di Yulin che quest’anno si terrà da mercoledì 21 a venerdì 30 giugno.

Condanniamo il consumo di carne di cane e di gatto in quanto l’umanità uccide crudelmente fin troppe specie animali solo per il gusto di mangiarseli e ci sembra fuori luogo aggiungerne altri alla già spaventosa lista. A sempre più persone che hanno fatto una scelta vegana tuttavia suscita impressione e dispiacere vedere gli animali che in occidente si mangiano con serena indifferenza, porzionati e oscenamente esposti sui banconi dei supermercati dove fanno bella mostra anche crostacei vivi con le chele legate.

“Ci piacerebbe davvero molto – dice Gian Marco Prampolini, presidente LEAL – che le persone che nel mondo hanno provato compassione e orrore per i cani inscatolati e venduti nei supermercati Carrefour, pensino che anche le povere tartarughe erano creature che hanno patito una morte sofferta e ingiusta. Ogni animale ha diritto alla vita e a tutele, e meriterebbe una petizione internazionale se vittima dell’uomo”.


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE LEAL informa, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , |
2 commenti

LEAL presente al corteo di Forlì per la salvaguardia dei conigli del parco

Forlì sabato 17 giugno dalle ore 11.00 alle ore 16.00 corteo nazionale; ritrovo al Parco Urbano “Franco Agosto”, fronte via Lazio con arrivo piazza Saffi. Organizza META Movimento etico tutela animali e ambiente, sezione di Modena.

META corteo parco urbano ForlìLEAL, rappresentata dalla responsabile della sezione di Ferrara e Bologna Stefania Corradini, prenderà parte al Corteo Nazionale per la tutela dei conigli che vivono nel Parco Urbano “Franco Agosto”. Da molti anni il Parco Urbano ospita dei conigli, risultato di molti abbandoni. Nel 2012 furono colpiti da mixomatosi; da allora la zona risulta ancora infetta. Dopo anni di silenzio, tra il 10 e il 27 aprile 2017 la Ausl Veterinaria ha dato incarico di catturare gli animali per effettuare test sui conigli che hanno colonizzato il Parco. La decisione presa dall’Amministrazione Comunale ha dato il via a una serie di accuse e polemiche da parte di volontari, rappresentanti di associazioni locali, attivisti e privati cittadini che hanno chiesto aggiornamenti e chiarezza su metodi di cattura e risultati degli esami. Visto che la vicenda è ancora aperta, stanno seguendo con apprensione le sorti degli animali. La risposta del Comune di Forlì, arrivata tardivamente tramite un comunicato datato 2 maggio non convince e gli animalisti hanno deciso di organizzare un corteo nazionale pacifico con l’adesione di molte sigle per chiedere di istituire un tavolo tecnico permanente preposto alla tutela degli animali sul territorio.

“Il nostro fine, di META Modena e delle associazioni e movimenti che sostengono la causa, non è quello di dichiarare guerra al Comune di Forlì, ma di tutelare gli animali, di ogni specie. Gli attivisti non si ritengono soddisfatti delle risposte ricevute e dei risultati ad oggi ottenuti. Chiedono una soluzione definitiva alla gestione degli animali, che preveda programmi precisi e immediati: censimento, sterilizzazioni, vaccinazioni. Hanno elaborato delle richieste tese al benessere animale da presentare a un futuro incontro e siamo anche disposti a collaborare gestendo un numero verde per gli abbandoni. Rimangono tuttavia domande che non hanno ancora avuto risposta: perché i conigli, pur negativi alla mixomatosi, sono ancora in quarantena? A un controllo effettuato da META in data 13 giugno erano ancora rinchiusi senza erba e con poco fieno. Si dichiarano inoltre 140 conigli, ma ci risulta che il numero non corrisponda a questa cifra”.

Le associazioni e i volontari locali garantiscono il massimo della collaborazione e competenza anche per eventuali futuri recuperi di conigli ma anche degli altri animali e si augurano un civile confronto.

 Partecipate numerosi! 


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE Agenda, LEAL informa, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , , |
Lascia un commento

Danilo Mainardi: Nella mente degli animali

Da “La Voce dei Senza Voce” n. 106, → sfoglia il numero online.
Recensione di Peppo Delconte.

→ ABBONATI ALLA NOSTRA RIVISTA “LA VOCE DEI SENZA VOCE”


cover_Mainardi
Danilo Mainardi
Nella mente degli animali
Prefazione Piero Angela
Cairo Editore
pp. 256, € 16,00
Isbn 9788860520425

Lo scorso 8 marzo è scomparso Danilo Mainardi, il più grande zoologo-etologo italiano. Il miglior modo per ricordarlo è riprendere in mano le sue opere, soprattutto quelle che destinava a un pubblico di non specialisti, dimostrando tutto il suo talento di divulgatore scientifico. A questo proposito ci sembra giusto ricordare che fra le sue ultime fatiche a carattere divulgativo ci sono almeno 2 libri, di facile e piacevole lettura, che affrontano un tema di crescente attualità: lo sviluppo dell’etologia cognitiva, cioè quella disciplina che si dedica allo studio del comportamento e dell’intelligenza di animali non umani. Si tratta di “Nella mente degli animali” e “L’intelligenza degli animali” (Cairo Editore). Mainardi sostiene che grazie a questa recente disciplina è finalmente caduto un tabù: “parole come pensiero, intelligenza, cultura non sono più solo umane”.

Indubbiamente nell’ultimo mezzo secolo le neuroscienze (in particolare gli studi sul cervello) hanno compiuto grandiosi progressi ma si sono resi necessari i contributi di pochi studiosi come Mainardi, con infinita passione per il mondo animale, perché l’attenzione dei ricercatori non si concentrasse solo sul cervello umano. E le sorprese per gli studiosi di zoologia sono davvero infinite…

Il primo volume (pubblicato nel 2006) nasce dalla collaborazione televisiva con Piero Angela ed è orientato verso una gradevole dimensione narrativa, in cui l’autore riporta aneddoti e prove sperimentali che possono riguardare bestiole domestiche ma anche pesci, uccelli, rettili e altre creature più o meno esotiche. Tutte dotate di un cervello che consente loro di affrontare la lotta per la sopravvivenza. E tuttavia si tratta di dotazioni molto diverse: alcune puramente istintive, altre capaci di elaborare attività ben più complesse. Non si può dire, ad esempio, che il moscone possegga una mente quando lo vediamo sbattere contro il vetro di una finestra senza capire (come fanno molti altri animali) che basta tornare indietro per trovare un’uscita. Le api, invece, sono capaci di realizzare vere e proprie mappe con tanto di percorsi alternativi per volare sui fiori e tornare all’alveare.

Esistono intelligenze più individuali e altre collettive, sapienze di specie e di singoli individui; esistono animali che sviluppano giochi di apprendimento e altri che si basano solo sugli istinti più primitivi, ricevuti geneticamente; animali che sognano e altri che dormono senza sognare; che sanno fare di conto e altri no.

È insomma il trionfo della biodiversità, che Mainardi affronta anche nel secondo volume (uscito nel 2009) con una più spiccata sistematicità, ma senza rinunciare a racconti davvero intriganti. Tra i segni indiscutibili dell’intelligenza animale, un ruolo importante va alla comunicazione che è più evoluta nelle specie sociali. Significative le scoperte fatte sugli elefanti che comunicano anche a grandi distanze, sia con l’emissione di ultrasuoni non percepibili dal nostro orecchio, sia battendo vigorosamente le zampe sul terreno. Ma anche gli scarafaggi sono animali sociali e hanno le loro incredibili forme di comunicazione. Ovviamente i fenomeni di “trasmissione di cultura” sono molto diversi tra loro e sempre orientati alla necessità di passare istruzioni utili alle nuove generazioni.

E naturalmente questi aspetti sono più diffusi tra le specie più evolute: grandi scimmie, elefanti, delfini, per non parlare dei nostri cari compagni di vita domestica (quelli a cui “manca la parola”). Alla fine, il desiderio fondamentale di Mainardi è far capire ai suoi lettori che non è più possibile avere una mentalità antropocentrica da colonizzatori del creato: “C’è tanta sapienza nascosta nella natura, tanta intelligenza. Noi però, con la nostra mente imbottita di pregiudizi, questa sapienza non la cogliamo, non l’apprezziamo”.


LEAL_5x1000_animata_detil tuo 5×1000 a LEAL
C.F. 80145210151


SEGUI LEAL VIA EMAIL Per non perdere nessuna notizia pubblicata sul sito leal.it ti invitiamo a lasciare il tuo indirizzo email al link seguente (attenzione: per aggiornamento del nostro database, l’invito a registrarsi è rivolto anche a chi è già iscritto alla nostra newsletter). Riceverai gratuitamente in anteprima nella tua casella di posta tutte le notizie pubblicate sul sito: → SEGUI LEAL VIA EMAIL ISCRIVITI ADESSO!


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Letture |
T A G , , , , , , |
2 commenti