10 dicembre Giornata Mondiale per i Diritti degli Animali

LEAL anche quest’anno celebra il 10 dicembre, Giornata Mondiale per i Diritti degli Animali con la consapevolezza che i diritti dove non esistono vanno conquistati sempre in ogni istante.

Cavallo-Raoul

LEAL quest’anno si sta battendo per inserire nella Costituzione il “benessere animale” nell’articolo 117 dove già si parla di “tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali”.

#FermaliConUnaFirma la tua firma ai nostri tavoli o presso i Comuni indicati sul sito www.leal.it o sulle nostre pagine fb permetterà a tutti i cittadini di alzare una voce per i diritti di ogni specie animale.

tavoli_firma_composizione_

Se vuoi firmare, per conoscere le città in cui faremo i tavoli → segui la nostra pagina fb

Se vuoi aiutarci a raccogliere le firme nella tua città chiedi info:
LEAL SEDE
Alessandra Schiavini
tel. 02 29401323
lealsede@leal.it

→ Vuoi cambiare il destino degli animali?

→ LEAL in Cassazione per la tutela del benessere animale

→ Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la proposta LEAL


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , , |
Lascia un commento

Progetto sterilizzazione nutrie anziché abbattimenti: una lezione di civiltà da Torino

Al Giardino Roccioso del Parco del Valentino di Torino si è svolta la seconda fase del Progetto Salva Nutrie organizzato dalla Città Metropolitana: i Veterinari del “Centro Animali Non Convenzionali” (CANC) della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Torino hanno realizzato un progetto di sterilizzazione in laparoscopia (della durata di una ventina di minuti circa) direttamente sul posto grazie ad un furgone attrezzato da clinica veterinaria mobile.

Oggi, con il supporto dei volontari delle Associazioni coordinate dalla Consulta delle Associazioni Animaliste della Città di Torino, di cui LEAL fa parte sono state catturate 6 bellissime nutrie che, dopo l’operazione, sono state tenute sotto controllo alcune ore fino alla totale ripresa, sfamate e reinserite nel territorio.

Il progetto riprenderà nei primi mesi del 2019. Le nutrie vanno protette, non uccise. Torino un passo avanti!

→ Pagina fb

LEAL sezione Torino
Simona Donna, tel. 339 7729680 ore 16.30-20.30
lealsezionetorino@gmail.com



LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Sezioni |
T A G , , , , , |
Lascia un commento

È Natale, regaliamo al nostro cane del tempo di qualità

Articolo pubblicato nell’ultimo numero della nostra rivista “La Voce dei Senza Voce” n. 112 inverno 2018 con i contributi di: Gian Marco Prampolini, Francesca Di Biase, Silvia Premoli. Buona lettura.

Sfoglia online → “La Voce dei Senza Voce” n. 112

 → ABBONATI ALLA NOSTRA RIVISTA “LA VOCE DEI SENZA VOCE” 

LEAL_VOCE_112_De_Biase
 

cover_LEAL_VOCE_112Francesca Di Biase

Natale è ormai alle porte. È quel periodo dell’anno in cui entriamo e usciamo dai negozi in cerca del regalo perfetto per i nostri cari, per gli amici e per i parenti. E per i nostri cani? Pure! Perché il Natale è anche per loro! E se invece di comprargli pupazzetti di ogni tipo con cui si ritroveranno a giocare spesso da soli, gli regalassimo una cosa che non costerebbe niente e che arricchirebbe entrambi? Parlo del nostro tempo. Tempo di qualità. Tempo per essere semplicemente noi. Insieme. Come? Inventando dei semplicissimi giochi di problem solving adatti a tutti: cuccioli, adulti e senior. Con un pizzico di fantasia, potremo trasformare tantissimi oggetti che abbiamo a casa in un gioco per sviluppare le capacità riflessive e decisionali del nostro cane, accrescendo la sua autostima e la fiducia in sé stesso.
Avete presente il gioco delle tre carte? Ecco, questo gioco si fa più o meno allo stesso modo! Prendiamo tre bicchieri di plastica trasparente e un premietto prelibato di cui il nostro cane è goloso, ci sistemiamo comodamente a terra insieme a lui e gli chiediamo di stare seduto mentre prepariamo il set di gioco. Posizioniamo il premietto sotto ad uno dei bicchieri mettendoli a testa in giù e mentre il nostro cane osserva quel che stiamo facendo, giriamo i bicchieri fra loro e una volta posizionati gli chiediamo “Dov’è?”. Il nostro cane attiverà il suo olfatto per annusare dove abbiamo nascosto il premio e con una zampata o una spinta di muso ribalterà il bicchiere per prenderlo e gustarlo! (Se le prime volte scoperchierà tutti i bicchieri per trovarlo non importa, con l’allenamento ripetuto imparerà a individuare il bicchiere giusto al primo tentativo). Troppo facile? Pensiamo che abbia seguito con la vista il biscottino che abbiamo nascosto? Sostituiamo allora i bicchieri trasparenti con quelli colorati e riproviamo. Lo step successivo potrebbe essere quello di aggiungere più bicchieri e nascondere diversi premietti sotto i vari bicchieri, magari alternandoli uno sì e uno no. Lo stesso gioco lo potete proporre con dei semplici imbuti che di solito in casa abbiamo di diverse dimensioni e colori. In questo caso sfrutterà l’apertura cilindrica per annusare bene da dove proviene l’odore del biscotto e trovarlo!

Un altro oggetto che possiamo usare per far divertire il nostro cane è una salvietta dove nasconderemo dei premietti particolarmente odorosi, dapprima racchiudendo il telo solo una volta su sé stesso: in questo modo potremo vedere come il cane penserà di risolvere questo enigma e in quanto tempo. Se riuscirà subito nella risoluzione potremo, per lo step successivo, piegarlo in quattro e in quello dopo ancora ripiegarlo e arrotolarlo su sé stesso, aumentando la difficoltà. Ci stupiremo davvero osservando il nostro 4 zampe mentre utilizza in modo del tutto nuovo il proprio corpo per arrivare al suo premio: raspando, afferrando coi denti, dando colpetti col muso e capiremo quanto questi giochi lo facciano divertire e stancare allo stesso tempo. Tutti i giochi in cui il cane deve riflettere in modo autonomo prima di agire, lo portano infatti a utilizzare molte energie. Un po’ come quando noi umani studiamo delle materie difficili e dopo due pagine di lettura siamo già stanchi. Ecco perché è bene dedicare a questo tipo di attività una decina di minuti al massimo. Utili durante le feste natalizie così come in tutte quelle giornate fredde o piovose, ci sono poche regole da seguire:
– non proporre lo stesso gioco per più di tre volte di seguito: una volta appresa la soluzione, sarebbe troppo facile proseguire, portando il nostro cane ad annoiarsi. I cani hanno bisogno di stimoli sempre nuovi per arricchire le loro capacità ed il loro bagaglio di esperienze;
– non aiutare il cane nella risoluzione del problema: sarebbe come palesargli che non è capace e che senza di noi non può farcela. Faremmo diminuire la sua autostima e marcheremmo negativamente sia l’oggetto che il momento ludico, che deve essere invece opportunità di crescita individuale e di divertimento;
– non parlargli né toccarlo mentre il cane sta riflettendo o provando a risolvere l’enigma: rischieremmo di distrarlo e di fargli perdere la concentrazione, mettendolo in difficoltà. Pensiamo a quando stiamo risolvendo un cruciverba e qualcuno ci parla, non è seccante?
– non lasciarlo mai da solo mentre proponiamo giochi di problem solving: dobbiamo osservare durante tutta la durata del gioco il suo stato emozionale per capire se il fatto di non trovare subito la soluzione esatta lo può portare in uno stato di stress (che si verifica di solito con dei piagnucolii o andando via dal gioco per non tornare più), intervenendo prima che accada sostituendo il gioco difficile con uno più semplice, senza risolverlo noi!
– non proporre giochi troppo complicati: occorre sempre fare un passo alla volta partendo dalla base e inserendo di volta in volta nuove piccole difficoltà che facciano crescere il nostro cane, step by step;
– complimentarci con il nostro cane con un “Bravo!” ogni volta che riesce a risolvere l’enigma: questo lo incentiverà a rimettersi sempre in gioco con grande desiderio perché oltre ad essere auto-gratificato in quanto ad ogni risoluzione corrisponderà un premio in cibo, avrà anche il nostro appoggio e si sentirà stimato;
– dare sempre al cane il “Finito” ogni volta che decidiamo che il tempo per quel tipo di gioco è terminato: in questo modo capirà che da quel momento in poi è libero di fare altro, come andare a rilassarsi.

Possiamo trovare i giochi di problem solving anche già pronti in commercio. Ce ne sono di diverse tipologie: cassetti che si aprono, conetti che si spostano ecc. È importante sapere da quale modello far cominciare il nostro cane; sulle confezioni sono riportati i livelli proprio per non farci sbagliare. Occorre partire sempre dal livello 1. Più salgono i livelli e più crescono le difficoltà. Sarà il nostro cane a farci capire quando è pronto per passare a quello successivo e più dedicheremo tempo ad allenare le sue capacità di riflessione/azione e prima potremo passare ai successivi. E se per Natale abbiamo invitato a casa i parenti? Beh potrebbe essere un’occasione per coinvolgerli in questi giochi chiedendogli di farci da assistenti. Quindi bimbi, nonni e amici in visita: per queste feste preparatevi!
Buon divertimento e buon Natale!

Francesca Di Biase
educatore e formatore cinofilo, ABC DOG Team A.S.D.
→ www.abcdogteam.it – 3339240420


Sfoglia online → archivio rivista “La Voce dei Senza Voce”


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Vivere eticamente |
T A G , , , , , , , , |
Lascia un commento

Domenica 16 dicembre a Torino partecipate all’evento Siamo tutti più buoni e firmate per la modifica costituzionale LEAL

A Natale siamo tutti più buoni: Buon Natale! (Le verità nascoste).
Torino, domenica 16 dicembre, dalle ore 14.30 alle ore 17.30, via Roma 4.
Vi aspettiamo all’evento organizzato da LEAL sezione Torino, Animal Renegades e Eventi Animalisti a Torino.

evento e firme LEAL TORINO 16 DICEMBRE
Libera partecipazione al presidio scenografico e informativo contro ogni tipo di sfruttamento e schiavitù animale.

A Natale si festeggia la nascita di una nuova vita. Con questo evento si cercherà di spiegare ai passanti che uomini e animali nascono uguali davanti alla Vita e che tutti hanno il diritto di essere rispettati. Rispettando gli animali, rispettiamo noi stessi, la natura di cui facciamo parte e, soprattutto, rispettiamo il valore della Vita. L’evento tratterà temi quali vivisezione, circo, pellicce, zoo e acquari, allevamenti, caccia e pesca, corride, palii.

Se sei contrario a ogni forma di maltrattamento e se anche tu sei convinto che gli animali debbano essere considerati “soggetti” e non oggetti, unisciti a noi!

Ricordatevi di portare la Carta di Identità perché durante il presidio, al tavolo informativo sarà possibile firmare la petizione di iniziativa popolare relativa alla proposta di legge di revisione costituzionale: è stata, infatti, avanzata in Cassazione, da parte di LEAL, la proposta di modifica dell’art. 117, comma II, lett. “s” della Costituzione: dopo le parole “tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali, si chiede di inserire “e del benessere animale”. Vista la tipologia di iniziativa, sarà presente un pubblico ufficiale che certifichi le firme stesse.

→ Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la proposta LEAL

LEAL sezione Torino
Simona Donna, tel. 339 7729680 ore 16.30-20.30
lealsezionetorino@gmail.com


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Proteste e Incontri, Sezioni |
T A G , , , , , , , , , |
Lascia un commento

I cinque articoli più letti di novembre 2018

Rina_gatto_DONA


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Legislazione, Proteste e Incontri, Sezioni, Vivisezione |
T A G , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , |
Lascia un commento

Sabato primo dicembre il Movimento 5 Stelle si è mobilitato per raccogliere le firme con LEAL per la modifica costituzionale

La tutela animale è sicuramente una causa trasversale e il Movimento 5 Stelle lo ha subito compreso scendendo in campo al fianco di LEAL per la raccolta firme per la modifica costituzionale di iniziativa popolare.

tavolo m5s leal dic foto 1 tavolo e gente

Gian Marco Prampolini, presidente LEAL, e il team nazionale ringraziano Simone Sollazzo, consigliere comunale M5S, che ha organizzato l’evento FIRMA DAY, una agorà con interventi che hanno interessato molti cittadini. Un ringraziamento particolare all’Onorevole Eleonora Evi, europarlamentare M5S, per la sua partecipazione e per il suo intervento articolato e convincente. Grazie ai volontari e attivisti M5S che si sono prodigati per aiutarci a informare le persone, a trascrivere gli estremi dei documenti, a diffondere volantini e a coinvolgere i passanti, piacevolmente colpiti nel vedere una forza politica fiancheggiare una associazione per una causa così fondamentale.

Ricordiamo che con una firma chiederemo l’integrazione all’articolo 117 della Costituzione, laddove si parla di ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali, di inserire il benessere animale. Se andrà in porto questa proposta per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana la nostra costituzione vedrà la parola ANIMALE in un suo articolo. Estendere il concetto di benessere al mondo animale al nostro ordinamento avrà come conseguenza la maggiore tutela contro ogni tipo di violenza e maltrattamento. In caso di reati nei confronti degli animali, in fase di giudizio sarà possibile infliggere pene più severe e più certe. La raccolta firme terminerà il 2 aprile 2019.

Se vuoi firmare, per conoscere le città in cui faremo i tavoli → segui la nostra pagina fb

Questo slideshow richiede JavaScript.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Legislazione, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , , , |
Lascia un commento

27 dicembre 2018: l’approvazione della legge sugli animali al circo sarà un segno di civiltà

Entro il 27 dicembre il governo è chiamato a emanare un decreto attuativo della Legge delega per il riordino del Settore dello spettacolo, approvata con larga maggioranza dal Parlamento l’8 novembre 2017, nella parte che prevede “il graduale superamento dell’utilizzo degli animali nello svolgimento delle attività circensi e dello spettacolo viaggiante”.

FOTO LEAL CIRCO ANIMALI CON LOGO

La legge che regola la presenza degli animali nei circhi in Italia risale al 1968; da allora non hanno smesso di prevalere gli interessi economici di una categoria su qualsiasi senso di rispetto e giustizia. Interessi che non dovrebbero essere al primo posto rispetto al benessere di esseri viventi che sfruttati per degli spettacoli conducono una esistenza di prigionia e sofferenza senza esprimere la loro natura e i loro bisogni etologici. La visione di questi spettacoli oltre ad essere diseducativa annulla il sentimento dell’empatia ridicolizzando l’animale e la sua fatica nascondendo agli occhi di tanti l’ingiustizia di un vile dominio.

Chiediamo a Luigi Di Maio, al Ministro della cultura Alberto Bonisoli, al Ministro dell’ambiente Sergio Costa, al Ministro della salute Giulia Grillo di firmare la legge! Chi può decidere per l’utilizzo degli animali nei circhi lo faccia pensando alle innumerevoli vittime.

Molti ricordano ancora il video commovente e tragico di un elefante che nel 2015 cadde durante la sua esibizione in un circo bielorusso! Il suo numero consisteva nello stare a due zampe su uno sgabello, ma ad un certo punto il maestoso pachiderma è crollato come un gigantesco pupazzo davanti ad un pubblico preoccupato solo della propria incolumità. A soccorrerlo sono intervenuti gli altri elefanti che solidali hanno abbandonato la loro postazione per avvicinarsi a lui e cercare di aiutarlo a rialzarsi. Questo episodio ha riacceso per un breve periodo un dibattito vivace sul circo con animali.

Ancora per troppe persone gli animali sfruttati per degli spettacoli o altrove non sono a torto una priorità visto che accettare questa crudeltà come regola e condizione di normalità svilisce l’essere umano. Gli animali non hanno voce e noi dobbiamo parlare per loro.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Legislazione |
T A G , , |
Lascia un commento

NO allo spot ingannevole di Assocarni sulla Rai

ANCHE LEAL SI ATTIVA PER SEGNALARE LO SPOT INGANNEVOLE DELLA NUOVA CAMPAGNA DI RAI E ASSOCARNI SUL CONSUMO DELLA CARNE BOVINA!
AIUTACI ANCHE TU A SEGNALARE ALLO I.A.P. (Istituto Autodisciplina Pubblicitaria)

ASSOCARNI PUBBLICITA INGANNEVOLE
LO SPOT

 

 
SEGUI ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE:

Lo I.A.P. ha un modulo online da utilizzare per la segnalazione.
Segui le istruzioni qui sotto per partecipare in 5 minuti!

Nel campo “Prodotto/Azienda/Marchio” scrivi: Carne bovina/Assocarni
Su “Mezzo che ha diffuso il messaggio” scegli: TV
Su “Specifica il mezzo” scrivi: RAI
Su “Quando è stato diffuso”: metti un giorno qualsiasi dopo il 20 novembre.
Su “Perché segnali questo messaggio?”: copia il testo lungo qui sotto.

Ricorda anche di spuntare la casellina in fondo relativa all’informativa sulla privacy.

CLICCA SU → QUESTO LINK PER APRIRE IL MODULO I.A.P.

TESTO DA COPIARE E INCOLLARE SUL MODULO:

Spett.le IAP,

mi unisco agli altri cittadini che hanno già inviato la segnalazione in merito alla recente campagna di Assocarni finanziata dal MIPAAFT intitolata “La stellina della carne bovina”, finalizzata a promuovere il consumo “consapevole” di carne bovina italiana. Essa induce il consumatore a credere che la carne sia un alimento salutare e che la sua produzione sia utile per l’ambiente, dando così un messaggio assolutamente fuorviante.

Riteniamo che tale campagna pubblicitaria violi l’art.12 bis (Sicurezza) della edizione in vigore del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Tale articolo enuncia che “la comunicazione commerciale relativa a prodotti suscettibili di presentare pericoli, in particolare per la salute, la sicurezza e l’ambiente, specie quando detti pericoli non sono facilmente riconoscibili, deve indicarli con chiarezza”.

La carne bovina, in quanto carne rossa, è stata classificata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità un probabile cancerogeno per l’uomo. Questa informazione è totalmente taciuta dalla campagna pubblicitaria ed è misconosciuta dalla popolazione generale che spesso non associa il consumo di alimenti animali al rischio di cancro, seconda causa di morte in Italia. Omettere di informare di tale rischio in una campagna pubblcitaria, per altro finanziata con il denaro del contribuente, è contro l’interesse primario del contribuente stesso e in violazione del codice sopra menzionato.

Inoltre, sempre in riferimento all’articolo 12 bis del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, rileviamo che la campagna pubblicitaria di cui sopra omette di informare il consumatore che la produzione di carne, in particolare di quella bovina, ha un impatto ambientale devastante per consumo ed inquinamento delle risorse idriche, inefficienza energetica, consumo del suolo e soprattutto emissioni di gas serra (metano e CO2). Anche su questi fatti acclarati da una mole enorme di dati scientifici, la maggior parte dei consumatori è poco o per nulla informato.

Pertanto chiediamo che l’IAP si pronunci per il ritiro di questa campagna pubblicitaria in quanto disinformativa e atta a indurre comportamenti alimentari non responsabili nel consumatore.

Per ulteriori informazioni → AgireOra.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , , |
Lascia un commento

Regione Lombardia dalle proposte ai fatti: caccia alla volpe approvata. Un colpo di mano in velocità

Sono passati solo 15 giorni da quando il 15 novembre le agenzie di stampa hanno diffuso la notizia “La Lega vorrebbe aprire la caccia alla volpe in Lombardia. Durante la riunione della commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Lombardia del 15 novembre si è votato il parere alle modifiche al regolamento di attuazione sulle norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell’equilibrio ambientale e disciplina dell’attività venatoria. In questa occasione la Lega ha avanzato una proposta di modifica con l’obiettivo, appunto, di aprire la caccia alla volpe”.

volpe2

APPROVAZIONE DA CENTROMETRISTI I PRO CACCIA HANNO VOTATO: abolito il limite delle 55 giornate di caccia in Lombardia. La novità è stata introdotta dalla regionale di semplificazione 2018 che allinea la normativa lombarda a quella nazionale. La stessa legge – approvata a maggioranza dal Consiglio regionale – prevede diverse modifiche alla disciplina lombarda sull’attività venatoria. Tra le principali – rende noto l’Ansa – c’è l’ampliamento del periodo della caccia alla volpe fino al 31 gennaio, ossia un mese in più di quanto già previsto, equiparando tale specie al cinghiale. Altre novità sono state introdotte da alcuni emendamenti del consigliere Floriano Massardi (Lega). Uno dei più importanti riguarda l’esame di abilitazione venatoria, che potrà essere sostenuto al compimento dei 17 anni (e non più 18), fermo restando che il rilascio della licenza di fucile al neocacciatore non potrà avvenire prima della maggiore età. Le altre modifiche riguardano il tesserino (che sarà spedito a casa del richiedente), l’annotazione dei capi e la misurazione e il calcolo delle distanze tra capanni ed edifici. Approvato anche l’emendamento dell’Assessore regionale all’Agricoltura Fabio Rolfi, che introduce l’obbligo di indossare giubbini e copricapi di colori “ad alta visibilità” per chi pratica la caccia al cinghiale nelle forme collettive della braccata, della girata e della battuta. Incommentabili le dichiarazioni di Rolfi: “Meno burocrazia e meno vincoli per i cacciatori che esercitano con responsabilità una attività fondamentale per l’ecosistema lombardo. Abbiamo ascoltato le richieste del mondo venatorie e degli enti deputati al controllo”.


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE LEAL informa, Legislazione, Proteste e Incontri |
T A G , , , , , |
Lascia un commento

Sfoglia online l’ultimo numero della nostra rivista “La Voce dei Senza Voce” n. 112

È online l’ultimo numero della nostra rivista “La Voce dei Senza Voce” n. 112 inverno 2018 con i contributi di: Gian Marco Prampolini, Francesca Di Biase, Silvia Premoli. Buona lettura.

Sfoglia online → “La Voce dei Senza Voce” n. 112

 → ABBONATI ALLA NOSTRA RIVISTA “LA VOCE DEI SENZA VOCE” 

cover_LEAL_VOCE_112L’editoriale di Gian Marco Prampolini
Presidente LEAL

Cari soci e sostenitori

Questi ultimi dodici mesi sono stati di gran fermento per noi. Negli ultimi mesi è partita infatti l’iniziativa popolare per l’integrazione nella Costituzione Italiana del benessere animale. In parole povere: con l’aggiunta del benessere animale riusciremo finalmente a far diventare soggetto e non più oggetto gli animali, che verranno così riconosciuti come esseri senzienti che provano dolore e che come noi manifestano sentimenti, gioia e paura. Un salto etico notevole e di civiltà. Dobbiamo raccogliere 50.000 firme in 6 mesi, scadenza aprile 2019: tutti a firmare quindi. C’è bisogno di forte partecipazione e militanza, chiamateci, informatevi presso le nostre sedi, organizzatevi per raccogliere più firme possibili, abbiamo con il nostro legale lavorato sodo per ambire a questo risultato che una volta ottenuto sul campo ci permetterà di indire un referendum.

La tua firma potrebbe essere quella definitiva per la vittoria finale, ma ATTENZIONE: le firme non possono essere raccolte online ma solo firmando un apposito modulo ai nostri tavoli previsti in tutta Italia. Dobbiamo vincere, lo dobbiamo a milioni di animali che soffrono.

Amatrice è sempre nei nostri cuori e precisamente a Sommati, piccola frazione a pochi chilometri, stiamo allestendo strutture per distribuzione cibo ed aiuto pappe. In questa frazione come nelle altre il tempo sembra essersi fermato con il terremoto e nonostante le difficoltà vi sono persone come Daniela che si prodigano per salvare e nutrire animali. Vi invito a leggere l’articolo in merito.

Quanto detto non deve però farci abbassare la guardia sulla vivisezione; la recente clonazione delle scimmiette nei laboratori di sperimentazione è un’altra diavoleria per convincere che animali sempre più umanizzati possano dare risultati per le malattie per altro sempre più in aumento, come cancro, malattie degenerative ecc. Nel corso dell’anno abbiamo “attaccato” l’Università di Ferrara dove, come sapete, vengono detenuti macachi per una sperimentazione crudele e assurda priva di fondamenti scientifici e pagata con i nostri soldi. Insisteremo per avere risposte da questi signori che fuggono alle nostre richieste su esperimenti e soldi spesi.

Sull’ottimo lavoro fatto in regione Piemonte per stanziamenti alla ricerca senza animali, LEAL ha già avuto contatti con regione Emilia Romagna e presto andremo in regione Lombardia. Bisogna dare visibilità alla ricerca senza animali e dare un senso alla scienza.

Ho cercato in poche righe di riassumere un 2018 che ha gettato le basi per questo prossimo 2019 decisamente importante come traguardo. Spero in una LEAL più forte e sostenuta anche da chi è stato reso scettico da un falso animalismo, che purtroppo esiste e che rischia di far marcire anche le mele buone.

Sosteneteci, non vi deluderemo.
Buone festività.

Sfoglia online → archivio rivista “La Voce dei Senza Voce”


LEAL_5x1000_animata_det → IL TUO 5×1000 A LEAL C.F. 80145210151 
 
 → SOSTIENI LEAL: DONA ORA! 

EFFETTUA IL TUO VERSAMENTO INTESTATO A:
LEAL Lega Antivivisezionista, via L. Settala 2, 20124 Milano
indicando sempre nome, cognome, indirizzo
e precisando nella causale: “LIBERA DONAZIONE o BORSA DI STUDIO RICERCA METODI SOSTITUTIVI”

MODALITÀ DI VERSAMENTO
. tramite C/C Postale 12317202
. bonifico bancario Codice Iban: IT48U0335901600100000061270
. PayPal – online

LEAL DA 40 ANNI SI BATTE PER L’ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE E DAL 1981 FINANZIA LA RICERCA SENZA ANIMALI. Grazie al sostegno di medici e ricercatori antivivisezionisti si può contare su una ricerca etica e scientificamente attendibile che salvaguardi la vita di uomini e animali.
MA SERVONO FONDI PER FINANZIARE I METODI SOSTITUTIVI CHE NON USUFRUISCONO DI SOVVENZIONI PUBBLICHE. AIUTA LEAL A SOSTENERE LA RICERCA SENZA ANIMALI! 


CATEGORIE Argomenti, LEAL informa, Vivere eticamente, Vivisezione |
T A G , , , , , , , , |
Lascia un commento